rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Un sondaggio dall'Islanda per scegliere il nome "genovese" di mamma orca

I volontari del gruppo Orca Guardians Iceland, che hanno riconosciuto l'esemplare, hanno deciso di darle un nome in onore della città davanti a cui è rimasta per due settimane lottando per il suo piccolo: ecco le due opzioni

Sono rimaste nel porto di Genova per due settimane, hanno tenuto centinaia di genovesi con il fiato sospeso e sono diventate, loro malgrado, mascotte della città. Non stupisce, dunque, che tra i nomi fatti con più frequenza per battezzare mamma orca, la matriarca del pod islandese avvistato nel porto di Pra’-Voltri i primi di dicembre, ci siano Zena e Blue Jean.

A lanciare il sondaggio, finalizzato a dare finalmente un nome all’orca che ha sciolto decine di cuori con il suo amore per il piccolo morto, sono stati i volontari di Orca Guardians Iceland, che la settimana scorsa l’avevano identificata in SN114, unica con la sola sigla alfanumerica al posto del nome. I suoi compagni di viaggio - tre adulti, presumibilmente due femmine e un maschio - erano già invece stati ribattezzati Riptide, Acquamarin e Dropi. Nessun nome per la mamma, che a breve verrà invece ribattezzata sulla base degli esiti del sondaggio lanciato dall’associazione islandese.

«Stiamo stati contattati da un sacco di persone che ci hanno chiesto se mamma orca ha un nome - spiegano da Orca Guardians Iceland - Sia le persone “comuni” sia i ricercatori hanno proposto due nomi diverse volte, e siamo più che felici di lasciare che sia il pubblico a decidere». Le due opzioni sono quanto di più genovese possa esserci: Zena, che i volontari hanno spiegato a chi non conosce il dialetto genovese «è il nome della città in dialetto», appunto, e Blue Jean, «i famosi pantaloni usati in tutto il mondo, chiamati così perché avevano il colore dell’acqua di Genova, blu de Genes». 

A oggi quasi duemila persone hanno votato, e senza grandi sorprese è Zena a dominare il sondaggio. Una volta chiusa, dunque, sarà ufficiale: mamma orca si chiamerà Zena. E la speranza è che lei e il suo pod siano ormai sulla rotta per l’Islanda, dove arrivano ogni estate, dopo avere esplorato la costa ligure passando da Genova a Vado Ligure, da Portofino a Porto Venere. Le associazioni ambientaliste, intanto, lanciano l'allarme: limitare la pesca, perché reti e ami rappresentano per loor un pericolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un sondaggio dall'Islanda per scegliere il nome "genovese" di mamma orca

GenovaToday è in caricamento