Delitto di Chiavari, Pino ucciso da un colpo d'arma da fuoco

È questo il primo elemento che emerge dall'autopsia sul corpo dell'uomo, trovato morto al quinto piano del silos di corso Dante a Chiavari

Il negozio della vittima

Oggi i medici legali incaricati dal tribunale hanno svolto l'autopsia sul corpo di Orazio Pino, ex collaboratore di giustizia, da anni orefice, trovato morto al quinto piano del silos di corso Dante a Chiavari. Secondo quanto trapelato, Pino sarebbe stato ucciso con un colpo d'arma da fuoco alla nuca, è stato ritrovato il proiettile. Non si tratta di un calibro 22 come si era ipotizzato, ma di dimensioni superiori. A dirlo con certezza sarà la perizia balistica.

Le indagini proseguono a 360 gradi, scavando nel passato di Pino, originario di Misterbianco in Sicilia, uno degli uomini chiave della famiglia mafiosa di Giuseppe Pulvirenti detto “u Malpassotu”, a sua volta vicino al clan di Benedetto “Nitto” Santapaola, uno dei boss più potenti e sanguinari di Cosa Nostra.

Sette anni fa Pino aveva deciso di uscire dal programma di protezione rivolto ai collaboratori di giustizia e aveva investito la somma ottenuta nell'acquisto della gioielleria 'Isola Preziosa', aperta prima nel carruggio di Chiavari e poi anche a Rapallo e Sestri Levante, punti di compro oro gestiti dalle figlie.

Nelle ultime ore gli inquirenti hanno perquisito la gioielleria dell'ex compagna ed ex socia di Pino. 

La donna è stata interrogata, così come il fratello e tutte le altre persone che gravitavano intorno all'ex sicario di mafia, nel tentativo di dare un nome al killer di quella che sembra a tutti gli effetti un'esecuzione a sangue freddo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono inoltre già stati requisiti i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona, dalla cui analisi si spera di ricavare elementi utili alle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Genovese di 98 anni trova un BFP da 100mila euro durante il lockdown: parte dei soldi alla ricerca

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento