menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operaio ucciso in A12, scarcerato l'investitore

Lascia il carcere di Marassi il 33enne, che alla guida di un'auto, senza patente e assicurazione e dopo aver assunto alcol e cannabinoidi, ha investito, uccidendolo, un operaio sessantenne

Oggi è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari, Maria Teresa Rubini, il 33enne che ha investito, uccidendolo, un operaio sull'autostrada A12. Biagio Cappiello però non ha risposto alle domande ed è poi stato scarcerato in quanto il giudice ha concesso gli arresti domiciliari, che l'uomo sconterà nella sua casa di Mattarana in provincia di Spezia.

Martedì pomeriggio intorno alle 18 il 33enne, originario di Altamura, era alla guida dell'auto della compagna, nonostante fosse senza patente e il veicolo non fosse coperto da assicurazione. Dopo aver investito Umberto Andrea Leone, sessantenne di Massa Carrara, Cappiello è stato sottoposto all'alcol test ed è risultato positivo.

Nelle ore successive è scattato l'arresto con l'accusa di omicidio stradale e il trasferimento nel carcere di Marassi, dove questa mattina è avvenuto l'interrogatorio. Dopo l'incidente Cappiello ha accusato un leggero malore ed è stato trasportato in ospedale a Lavagna. Da quel momento ha continuato a sostenere di non ricordare niente di quanto accaduto quel tragico giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento