Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio di Sestri Levante, condannati a 30 anni ex moglie e compagno

Gesonita Barbosa e Paolo Ginocchio la notte del 23 aprile 2017 avrebbero teso un agguato all'artigiano Antonio Olivieri

Finisce con una condanna a 30 anni di carcere il processo di primo grado sull’omicidio di Antonio Olivieri, l’artigiano di Sestri Levante ucciso nel novembre del 2017 nel suo appartamento di viale Roma.

Il gip Silvia Carpanini ha accolto la richiesta del pubblico ministero Fabrizio Givri, condannando a 30 anni Gesonita Barbosa, 36 anni, e il il convivente Paolo Ginocchio, 47. 

L’accusa: stando a quanto ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile, Barbosa e Ginocchio la notte del 23 aprile 2017 avrebbero teso un agguato a Olivieri motivato da questioni economiche. A togliere materialmente la vita al 50enne (stando all’esame autoptico tramortito con un colpo alla testa e poi strangolato con fascette da elettricista) sarebbe stato Ginocchio su istigazione di Barbosa, che da Olivieri si era separata in maniera molto conflittuale.

Barbosa e Ginocchio erano stati arrestati nel dicembre del 2017, dopo settimane in cui davanti agli investigatori avevano negato ogni coinvolgimento fornendosi alibi a vicenda. Una linea tenuta anche durante il processo, cui il giudice sino a oggi non ha però dato seguito, tanto da disporre la permanenza della coppia in carcere respingendo le istanze di scarcerazione dei rispettivi avvocati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Sestri Levante, condannati a 30 anni ex moglie e compagno

GenovaToday è in caricamento