Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Accoltella a morte rivale a Roma: la fuga del killer finita a Genova

Il giovane, 19 anni, si è costituito presentandosi alla caserma dei carabinieri di Sampierdarena 48 ore dopo avere colpito alla schiena un 26enne durante una lite

È finita a Genova la fuga del 19enne che venerdì, a Roma, ha accoltellato alla schiena un 26enne morto in ospedale poche ore dopo.

Il giovane, di origini albanesi come la sua vittima, era fuggito dalla Capitale subito dopo l’aggressione scegliendo il capoluogo ligure per far perdere le sue tracce. Domenica pomeriggio però si è presentato nella caserma dei carabinieri di Sampierdarena confessando di essere il responsabile dell’aggressione mortale.

A quel punto i militari hanno avviato una serie di accertamenti e, di concerto con le Squadre Mobili di Roma e di Genova, hanno fermato il 26enne e lo hanno trasferito nel carcere di Marassi in attesa di convalida.

La lite, stando a quanto ricostruito, era scoppiata in zona Gazometro tra due gruppi di cittadini albanesi nel pomeriggio di venerdì. Ad affrontarsi il 26enne ferito a morte e tre giovani identificati in seguito in un 19enne, autore materiale dell’aggressione, e in due 18enne fermati poche ore dopo alla stazione di Orte, nel viterbese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltella a morte rivale a Roma: la fuga del killer finita a Genova

GenovaToday è in caricamento