rotate-mobile
Cronaca Borgoratti / Via Nicolò Copernico

Uccisa a forbiciate a Borgoratti, arrestato un vicino di casa

Un idraulico di 56 anni, vicino di casa della vittima, è stato arrestato con l'accusa di omicidio per la morte di Giovanna 'Nina' Mauro Mori. La novantenne era stata uccisa a forbiciate nel suo appartamento in via Copernico a Borgoratti

La vicenda dell'omicidio di Giovanna 'Nina' Mauro Mori, la 90enne uccisa a forbiciate nella sua casa di Borgoratti, sembra essere giunta a una svolta. Il pm Cristina Camaiori ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un idraulico di 56 anni, vicino di casa della vittima.

Nel corso delle indagini sono stati raccolti numerosi elementi, che hanno portato alla decisione del magistrato. Oltre ad alcune tracce biologiche lasciate sul cadavere, a inchiodare l'uomo sarebbe stata una particolare tipo di calce, rinvenuta addosso alla vittima e sulla tuta da lavoro dell'idraulico.

«Credo che non abbia agito da solo e penso che questo sia stato un omicidio premeditato». Lo ha detto il figlio di Giovanna Mauro, Giuseppe Mori, commentando l'arresto del 56enne. Mori, che ha fatto i complimenti alla polizia, ha poi aggiunto: «Ho sempre saputo che era uno che la conosceva bene e non uno straniero, come qualcuno voleva far credere».

Per il 56enne si conclude una lunghissima recita, partita il giorno dell'omicidio quando si fece addirittura intervistare dalle tv, chiedendo giustizia per quell'anziana che lui stesso aveva ucciso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa a forbiciate a Borgoratti, arrestato un vicino di casa

GenovaToday è in caricamento