rotate-mobile
Cronaca Foce / Piazzale John Fitzgerald Kennedy

Career Day: la dura ricerca del lavoro vista dai giovani genovesi

In occasione del Salone Nazionale dell'orientamento e dell'educazione, i giovani genovesi hanno potuto fare colloqui e lasciare cv alle aziende presenti in Fiera. Ecco le loro interviste

Genova - Trovare lavoro a Genova è diventata ormai un'impresa impossibile. Il tasso di disoccupazione sale, molto di più rispetto ad altre città italiane, soprattutto tra i giovani. La ricerca su internet spesso lascia tutti perplessi, con le risposte che spesso si potrebbero contare sulle dita di una mano, e allora ben vengano le iniziative come il Career Day, che si è svolto oggi alla Fiera di Genova, nell'ultimo giorno di Abcd, il Salone Nazionale dell'Orientamento e dell'Educazione.  Un incontro diretto tra le aziende e i genovesi alla ricerca del lavoro, con colloqui e consegna dei curricula sul posto.

E potevamo mancare a un avvenimento del genere? Genova Today era lì e ha cercato di capire dai diretti interessati che momento stanno attraversando i giovani genovese.

Career Day in Fiera, i giovani genovesi alla ricerca del lavoro

«Sto facendo qualche lavoretto, ma sono alla ricerca del posto fisso» ci confida Silvia, laureata in Scienze Ambientali. «Il mio è un settore molto chiuso, non si trova nulla. Continuo a mandare cv da aprile su internet, ma le risposte non arrivano mai. Per questo considero il Career Day come un'occasione d'oro, se non altro hai il contatto diretto con l'azienda».

Difficile trovare lavoro per i laureati in Scienze Ambientali quindi, ma è tutto il settore umanistico che non se la passa bene: «Ho appena finito un master - ci racconta la ventisettenne Alessandra - in gestione delle risorse umane. Sono laureata in Psicologia del lavoro, da anni mando curricula ma nel mio settore non si trova niente. Ovunque richiedono un'esperienza di lavoro dai 3 ai 5 anni, ma se non ti danno la possibilità di iniziare diventa dura».

Esprime lo stesso concetto Tatiana, 26 anni, laureata in Scienze della Formazione: «Sto cercando di cambiare settore dopo anni di lavoro ed esperienza nelle scuole, sono mesi che cerco ma per ora non ho trovato nulla. Anche nei lavori più umili richiedono esperienza e non ti danno la possibilità di iniziare. Il Career Day? Mi è sembrato utile, su internet si mandano sempre tanti curricula, ma le risposte non arrivano mai».

Laurea in storia per Luca, 29 anni, alla quale va aggiungersi la specialistica in Scienze Sociali e un corso di marketing, ma il risultato è sempre lo stesso: «Sono senza lavoro, mesi che lo cerco, ma nel settore per cui ho studiato non viene offerto mai nulla. Spero che il corso che ho fatto mi serva a farmi trovare qualcosa anche in altri ambiti, ma per ora la ricerca è stata vana».

Gli fa eco Maria Laura, venticinquenne laureata in Sid (Scienze internazionali diplomatiche): «Sto cercando principalmente nel commercio estero. Mando curricula da marzo, ma per ora la risposta del mercato non è buona».

Tanti anche gli ingegneri in fiera ed alcuni di loro ci confessano come l'equazione laurea in ingegneria=lavoro immediato non sia per tutti così. «Sicuramente è più facile rispetto ad altri tipi di professioni - ci dicono in coro Carlo e Francesca - ma se siamo qui un perché ci sarà. Non è la miniera d'oro che descrivono tutti. Stiamo anche noi cercando un lavoro».

Concorde Alberto, laureato in ingegneria gestionale: «Ne vengo da una due giorni di iniziative stile Career Day a Milano. Sono qua per cercare un lavoro perchè al momento sono disoccupato. Ho finito uno stage da poco e mi sono subito buttato alla ricerca di un'occupazione».

In ogni caso non solo disoccupati in fiera, anche laureati e non, che cercano di migliorare la propria posizione: «Mi sono laureato tre anni fa in Ingegneria - ci racconta Raffaele - e devo dire che ho sempre lavorato. Sono qui per cercare qualcosa di meglio».

Infine Simone, lo specchio di una generazione ben diversa da quel "choosy" pronunciata dal Ministro del Lavoro Elsa Fornero: «Sono diplomato in Ragioneria, ho sempre lavorato ma da tre mesi mi sono ritrovato senza lavoro. Cosa cerco? Ho esperienza nel settore tecnico-informatico, spero di trovare qualcosa del genere, ma sono sposato e anche fare lo spazzino mi andrebbe bene, qualsiasi cosa pur di lavorare».

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Career Day: la dura ricerca del lavoro vista dai giovani genovesi

GenovaToday è in caricamento