menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anarchici occupano nuovo stabile, sequestrate armi e marijuana

Dopo lo sgombero dello stabile di via dei Giustiniani, una trentina di anarchici ha dato vita a una nuova occupazione in piazza delle Vigne. Dal blitz di ieri sono emerse piante di marijuana, esplosivi, maschere antigas e protezioni in plastica

Genova - Col passare delle ore emergono ulteriori particolari a proposito del blitz compiuto dalle forze dell'ordine per sgomberare lo stabile occupato in via dei Giustiniani 19. Gli anarchici non sono rimasti a lungo senza un tetto sulla testa. Nel pomeriggio infatti alcuni degli antagonisti sgomberati hanno dato vita a una nuova occupazione in uno stabile di piazza delle Vigne.

Nel frattempo dodici anarchici genovesi sono stati denunciati dalla polizia per aver occupato l'edificio di via Giustiniani. Il reato che si configura è invasione e occupazione di edifici. La posizione degli altri 14 stranieri trovati all'interno dello stabile è al vaglio della magistratura.


Dallo sgombero del primo stabile occupato sono emerse venti piante di marijuana, sei candelotti esplosivi Raptor (in vendita solo con porto d'armi), maschere antigas, corpetti in plastica e parastinchi. Ora le persone identificate rischiano di vedersi conestare anche il reato di possesso di armi illegali e droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento