menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anarchici occupano palazzo in vico del Duca, a due passi da Tursi

Dopo via dei Giustiniani, piazza delle Vigne e vico Untoria, quarta occupazione di un gruppo di anarchici nel centro storico di Genova in segno di protesta contro le case sfitte

Genova – Dopo via dei Giustiniani, piazza delle Vigne e vico Untoria, nuova occupazione a Genova di un gruppo di giovani antagonisti. Questa volta il sito scelto è stato l’edificio in vico del Duca, occupato per alcuni minuti.

A pochi passi da Palazzo Tursi, sede del Comune, i ragazzi hanno invitato ''disoccupati, clandestini, precari, lavoratori in nero e sfrattati a occupare le 44.000 case sfitte di Genova''.

I protagonisti del gesto sono stati 15 giovani che hanno spezzato la catena all’ingresso del palazzo storico per poi srotolare uno striscione di protesta sulla facciata. Immediato l’intervento dei vigili urbani che ha fatto sgomberare immediatamente l’edificio.

«Occupiamo l'edificio perché è vuoto da anni, è l'ennesimo spazio vuoto di proprietà del Comune, dimostra chi c'è dietro alla speculazione immobiliare e all'emergenza abitativa, e che gli spazi, per chi ne ha bisogno, ci sono» denuncia un volantino distribuito dai manifestanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento