Nuovo ponte, il primo ottobre il varo della prima campata

Come anticipato nelle settimane scorse, lo skyline della Valpolcevera cambierà nuovamente con l'elevazione del primo impalcato nel cantiere lato ponente

Svetterà sulle pile 5 e 6, nel cantiere lato ovest, la prima campata da 50 metri del nuovo ponte per Genova, il viadotto che sostituisce il ponte Morandi, crollato il 14 agosto del 2018 uccidendo 43 persone, e che cambierà ancora una volta lo skyline della Valpolcevera. 

Il varo della prima campata è previsto per martedì 1 ottobre: ad annunciarlo la joint venture Per Genova, formata da Salini Impregilo, Fincantieri e Gruppo Italferr, cui sono stati affidati i lavori di ricostruzione sviluppati da un progetti che Renzo Piano ha regalato alla città. Gli operai hanno raccolto il testimone dai demolitori, che a luglio hanno terminato la loro opera e lasciato entrambi i cantieri - quello lato est e quello lato ovest - liberi per ricostruire.

Nelle scorse settimane in cantiere erano arrivati i primi conci, giganteschi manufatti azzurrini usciti dagli stabilimenti Fincantieri e trasportati in Valpolcevera in vista del varo in quota. Nei giorni scorsi PerGenova aveva confermato che le pile 5 e 6 hanno ormai superato  30 metri, e che i lavori per iniziare a costruire in quota il primo impalcato sono agli sgoccioli. 

In cantiere i lavori proseguono 7 giorni su 7, 24 ore su 24: in totale saranno 19, 16 da 50 metri e 3 da 100, per un’altezza complessiva di 45 metri sul terreno. I lavori per l’elevazione delle pile vanno avanti velocemente, al ritmo di nuove gettate ogni 3 giorni, e l’obiettivo resta sempre lo stesso: inaugurare il ponte ad aprile 2020, così come dettato dal sindaco-commissario Marco Bucci.

Riaperta via Perlasca, tir si incastra: strada chiusa per due ore

Anche dal punto di vista della viabilità, il cantiere è entrato in una nuova fase: riaperte vie Fillak, via Porro e corso persone, il 23 settembre in mattinata è stata riaperta anche via Perlasca, pur con un intoppo. Un tir di grosse dimensioni è infatti rimasto incastrato dopo avere imboccato la strada nonostante i cartelli di divieto.

t

Via Perlasca è stata quindi chiusa al traffico in attesa della conclusione dei lavori dei vigili del fuoco, e poi nuovamente aperta nella speranza che la viabilità in Valpolcevera si stia ormai avviando a un ritorno alla normalità, se possibile addirittura migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento