rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza delle Fontane Marose

Nuovi mezzi elettrici per pulire il centro storico, sono costati quasi tre milioni di euro

Tra gli obiettivi dichiarati una riduzione in termini di emissioni di CO2 e un risparmio economico in termini di spese di carburanti pari a circa 40mila euro all’anno

Con un investimento di quasi 3 milioni di euro di fondi Pon Metro Città Metropolitane 2014/2020 sono stati acquistati 45 nuovi mezzi elettrici e sono state implementate le autorimesse con nuove colonnine di ricarica. Questo è il risultato del percorso di ammodernamento ed evoluzione del parco mezzi intrapreso da Amiu per il centro storico genovese. 

I nuovi mezzi per ridurre le emissioni 

I nuovi mezzi, presentati nella mattinata di giovedì 15 giugno 2023 in piazza Fontane Marose diventeranno i silenziosi protagonisti dei servizi ambientali nel cuore antico della città. Sono tutti ad alimentazione completamente elettrica, sostituiscono o andranno a sostituire i veicoli leggeri con classi di emissioni Euro 3, Euro 4 ed Euro 5. Ciò comporterà una riduzione in termini di emissioni di CO2 da energia derivante da fonti rinnovabili di circa 179.600 kg di CO2 non emessa a cui si affiancherà, da prime stime, un risparmio economico in termini di spese di carburanti pari a circa 40mila euro all’anno.

Quanti sono e a cosa serviranno

Nello specifico ci saranno 23 veicoli leggeri elettrici allestiti con attrezzatura per la raccolta dei rifiuti; 4 veicoli leggeri elettrici allestiti con cassone e attrezzatura per il lavaggio strade e marciapiedi; 4 veicoli leggeri elettrici allestiti con cassone da utilizzare per la raccolta dei rifiuti ingombranti; 4 spazzatrici tra piccole e medie a cui si aggiungeranno una decina di ciclocarri sempre ad alimentazione elettrica.

Le postazioni di ricarica

Per quanto riguarda le infrastrutture, sono stati realizzati gli impianti dedicati all'alimentazione elettrica con diverse postazioni di ricarica. È stato costruito un nuovo impianto con 24 postazioni di ricarica monofase nel parcheggio Marina Park, a cui si aggiunge un altro ampliamento dell’impianto in via Madre di Dio nell’unità territoriale 'Centro Commerciale' con 12 postazioni di ricarica, di cui 10 monofase e 2 trifase, oltre a 2 nuove postazioni di ricarica trifase per un totale di 200 kW di potenza impegnata.

Quanto sono costati i nuovi mezzi Amiu

Il costo totale dell’investimento è stato di circa 2,8 milioni di euro, a cui si aggiungono circa 120.000 euro per l’adeguamento delle postazioni di ricarica e la realizzazione degli impianti, per un totale di quasi 3 milioni di euro.

I commenti

L'assessore all'ambiente Matteo Campora commenta: "Un altro sforzo importante nella direzione di un sistema di raccolta dei rifiuti in città, e in particolare nel nostro centro storico, più efficiente dal punto di vista operativo e dell’impatto ambientale. La sinergia con Amiu continua a dare i suoi frutti, anche sul fronte della transizione elettrica che porta benefici importanti a dipendenti dell’azienda, cittadini e turisti in termini di una migliore qualità dell’aria, minori emissioni di anidride carbonica e una riduzione dei costi legati all’utilizzo dei carburanti tradizionali. Continueremo a fare la nostra parte per aiutare il pianeta a raggiungere, entro il 2050, la tanto desiderata neutralità climatica".

L'assessore ai centri storici Mauro Avvenente aggiunge: "Non ci basta che il centro storico medievale di Genova sia tra i più grandi d’Europa: lavoriamo ogni giorno per farlo diventare anche il più bello d’Europa. Un obiettivo ambizioso, che puntiamo a raggiungere sfruttando anche questi nuovi mezzi".

Il presidente del Municipio I Centro Est Andrea Carratù afferma: "Questo investimento migliorerà la qualità di vita dei residenti del centro storico, dei turisti che lo animano e dei dipendenti Amiu che ci aiutano a renderlo sempre più pulito, accogliente e confortevole".

Conclude il presidente di Amiu Giovanni Battista Raggi: "L'evoluzione del nostro parco mezzi offre molti vantaggi che passano dalla riduzione delle emissioni di gas serra al risparmio sui costi del carburante. In generale, l'utilizzo di veicoli elettrici dimostra il nostro impegno nella sostenibilità ambientale, oltre a permettere un miglioramento della qualità dell'aria sia nelle aree di lavoro sia nelle strade della nostra città, con benefici per i cittadini e anche per i nostri dipendenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi mezzi elettrici per pulire il centro storico, sono costati quasi tre milioni di euro

GenovaToday è in caricamento