Chi paga l'elettricità nel campo nomadi? Interrogazione in Consiglio comunale

«Nel campo nomadi abbiamo installato 34 punti luce, con un contratto in capo a ogni famiglia residente. In capo al Comune era rimasto il pagamento dell'energia elettrica utilizzata per la pubblica illuminazione». Così l'assessore Fanghella

Come di consueto il Consiglio comunale di giovedì 22 novembre 2018 è iniziato con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata. Lorella Fontana (Lega) ha chiesto alla giunta chi paga la luce nel nuovo campo nomadi a Bolzaneto.

La replica dell'assessore Paolo Fanghella: «A luglio 2017, appena insediati, l'Amministrazione si è resa conto che la luce nel campo nomadi era pagata dal Comune. Abbiamo proceduto alla dismissione di tali contratti in essere nel campo nomadi e abbiamo installato 34 punti luce, con un contratto in capo a ogni famiglia residente nel campo. In capo al Comune era rimasto il pagamento dell'energia elettrica utilizzata per la pubblica illuminazione, che ha un contatore con possibilità di kilowatt illimitato. In seguito a controlli, ci siamo resi conto che vi erano dei consumi anomali e così abbiamo richiesto al gestore di limitare il contatore in capo al Comune a soli 3 kilowatt, impedendo la possibilità di allaccio fraudolento. Questa modalità verrà usata in ogni altro campo nomadi che si dovesse aprire sul territorio del Comune di Genova: acqua, luce e gas saranno totalmente a carico delle famiglie residenti».

L'assessore Stefano Garassino: «Dove posizionare il nuovo campo nomadi è stato deciso dalla precedente giunta con la società che dovrebbe eseguire la Gronda. Non abbiamo potuto fare cambiamenti, in quanto si sarebbe trattato di una variazione del progetto già approvato dell'opera, con il conseguente blocco dei lavori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Le orche non lasciano il porto: «Hanno perso peso». Si cerca il corpo del piccolo

Torna su
GenovaToday è in caricamento