rotate-mobile
Cronaca

Nodo ferroviario Campasso e depositi chimici: municipi Valpolcevera e Centro Ovest dal prefetto

Il prefetto si è impegnato a provare a convocare un tavolo di confronto per discutere delle problematiche sollevate da Colnaghi e Romeo. I due presidenti hanno chiesto il coinvolgimento dei cittadini e dei comitati: "Salute e vivibilità al primo posto"

I presidenti dei Municipi Centro Ovest Michele Colnaghi (M5s) e Valpolcevera Federico Romeo (Pd) hanno unito le forze e incontrato questa mattina poco prima delle 11 il prefetto di Genova per parlare di nodo ferroviario del Campasso e depositi chimici.

“Gli abbiamo chiesto - dice il presidente del Municipio Centro Ovest Michele Colnaghi - che venga finalmente istituito un tavolo di confronto che coinvolga tutte le parti interessate, mai convocato nonostante le numerose promesse da parte dell’amministrazione comunale. Vogliamo sedere allo stesso tavolo con il sindaco, Rfi, autorità portuale e con i rappresentanti dei comitati e parlare in modo approfondito del Nodo ferroviario e dell’ultimo miglio, la cui realizzazione implicherà il passaggio di numerosi convogli e merci pericolose a pochi metri ad esempio dalle case, dalle scuole e sotto l’ospedale Scassi. Ritengo inaccettabile che a oggi non sia ancora stato presentato un piano degli espropri e degli eventuali indennizzi".

Dopo numerosi rinvii, i progetti avrebbero dovuto essere presentati a inizio giugno, invece l'attesa continua. Sul tavolo, solo rendering: "Al momento le solite suggestioni, ma crediamo sia nel nostro diritto vedere finalmente i progetti reali. Con il prefetto abbiamo parlato anche del trasferimento dei depositi chimici a Ponte Somalia, contro il quale continueremo a opporci fermamente in ogni sede”.

“Il prefetto – conclude Colnaghi al termine dell’incontro – si è impegnato a provare a convocare un tavolo di confronto per discutere delle problematiche esposte, ritenendo tuttavia non determinante la presenza dell'Autorità portuale. Si è inoltre impegnato a verificare le scadenze descritte e ha confermato che la copertura di via Ardoino è stata inserita nella progettazione. Come presidenti dei rispettivi Municipi, abbiamo chiesto il coinvolgimento, al tavolo, dei cittadini e dei comitati, ribadendo peraltro che la salute e la vivibilità devono essere al primo posto: non è possibile proseguire con progetti calati dall'alto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo ferroviario Campasso e depositi chimici: municipi Valpolcevera e Centro Ovest dal prefetto

GenovaToday è in caricamento