menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Vento forte e neve, autostrade nel caos e decine di interventi

Molte segnalazioni per alberi e rami caduti, ma nessun grosso disagio in città nella notte da allerta neve, anche se le raffiche hanno sfiorato i 70 km orari. I maggiori problemi in A7 e A26

Temperature in picchiata, forti raffiche di vento, pioggia ghiacciata in città e sulle alture e nell’entroterra veri e propri fiocchi: l’ondata di gelo che si è abbattuta sulla regione e che ha spinto la protezione civile ha diramare un’allerta gialla per neve sino alle 9 di oggi, martedì 20 dicembre, ha portato parecchi disagi soprattutto ai trasporti, anche se pare essersi conclusa senza danni.

Vigili del fuoco e vigili urbani sono intervenuti più volte su segnalazione di alberi e rami caduti e impalcature pericolanti, e le autostrade sin dalle prime ore della mattina sono state caratterizzate da code e rallentamenti dovute alle forti raffiche di vento, come succede sulla A12, in particolare tra il bivio con l'A7 e Sestri Levante e in uscita verso Sampierdarena. Traffico nel caos anche sull’A7 Serravalle - Genova in direzione Milano all’altezza del bivio con l’A12 e in uscita e in entrata a Bolzaneto, e sull’A10 tra Pegli e il bivio con l’A7 in direzione Genova. Sull’A26 è invece ancora la neve a preoccupare:  traffico intenso si regisstra tra il bivio con l’A10 e Masone, dove dalle prime ore della mattina il nevischio continua a cadere sull’asfalto, e la situazione è problematica soprattutto tra i caselli di Masone e Ovada

Catene da neve e gomme invernali, scatta l'obbligo: le strade interessate

Per quanto riguarda invece la situazione meteo, nella notte le temperature hanno mostrato un tendenziale rialzo rispetto alla giornata di lunedì 19: alle 22:00 sulla fascia costiera si registravano tra i 4 e i 6 gradi, due in più rispetto all’entroterra genovese. Il valore più basso si è registrato a Scarpino, dove il termometro rilevava 1.2°. Arpal ha reso noto con l'ultimo bollettino della mattinata che nevicate diffuse, deboli ma persistenti, si sono verificate nell'entroterra del Savonese e del Genovesato, e che le precipitazioni, sempre di debole intensità, continuano a interessare i versanti padani del Ponente e del centro dove le temperature si mantengono prossime allo zero.

L’assessore comunale alla Protezione Civile, Gianni Crivello, ha fatto sapere che dalle 4 un leggero incremento delle precipitazioni ha interessato prima il ponente e il centro ponente cittadino, e successivamente il resto del territorio, facendo registrare valori di pioggia, che cumulati dalla mezzanotte, hanno raggiunto i 9 mm sulle alture del ponente comunale, i 5 mm lungo la zona costiera e i 2 mm altrove. Come detto, è stato il vento a preoccupare maggiormente, con raffiche che hanno toccato i 68 km orari: proprio per questo motivo, la Sopraelevata resterà chiusa anche oggi a furgoni e telonati, mentre per ulteriori dettagli sulle condizioni meteo delle prossime ore è necessario aspettare il bollettino della Protezione Civile.

Nella notte, la Municipale ha effettuato diversi controlli nella zona di Fabbriche, sopra Voltri, dove nevischiava, ma le strade sono rimaste pulite grazie alle azioni di salatura preventiva. Situazione simile in alta Valbisagno, in via di Creto e Aggio e prima della galleria verso il comune di Sant'Olcese, dove il nevischio era presente sul ciglio della strada ma la carreggiata era praticabile e pulita in quanto effettuata salatura.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento