Il futuro di Nervi fra porticciolo, piscina, Marinella ed Euroflora

Grandi novità per il quartiere più a levante di Genova. Demolita la Mario Massa, la nuova piscina dovrebbe sorgere nell'area di Campostano, sulla copertura di un supermercato di medie dimensioni con 170 posti auto annessi

Teatro Emiliani di Nervi pieno mercoledì 11 dicembre 2019 per l'ssemblea pubblica sui nuovi progetti per Nervi. Oltre ad architetti e ingegneri del Comune, sono intervenuti il sindaco Marco Bucci e gli assessori Matteo Campora, Simonetta Cenci, Pietro Piciocchi, il consigliere delegato alla Partecipazione dei cittadini alle scelte dell'amministrazione, Mario Baroni, il presidente del Municipio IX Levante, Francesco Carleo, e Federico Bogliolo, consigliere del Municipio.

L'incontro è iniziato con la spiegazione dei vari progetti per il porticciolo da parte di architetti e ingegneri. L'architetto Ines Marasso ha illustrato i passi con i quali verrà demolita la piscina Mario Massa. Le prime a sparire saranno le parti in elevazione, quindi le gradinate; poi si passerà al bordo verso mare, che sarà riempito dal mare. Alle imprese, che potranno avvalersi di trasporti via mare del materiale, è stata avanzata la precisa richiesta di mitigare l'impatto del cantiere.

Per quanto riguarda i tempi, il 18 dicembre scade il termine per le offerte. Il criterio adottato per la scelta è quello dell'offerta più vantaggiosa. Entro fine gennaio si prevede di terminare la progettazione. I lavori avranno una durata di 450 giorni. Gli altri interventi riguardano una scogliera soffolta al largo del molo, il porticciolo, la messa in sicurezza del torrente Nervi, una nuova scala di accesso a mare all'interno del porticciolo lato levante e la messa in sicurezza di altri accessi al mare lungo la passeggiata.

Il pubblico ha accolto con un tiepido entusiasmo il quadro che è stato delineato, non tanto per il progetto in sé, quanto per la mancanza di indicazioni su altre problematiche del quartiere, a partire dalla nuova piscina, passando per l'area dell'ex Aura in via del Commercio, l'ex Marinella fino alla riqualificazione dei parchi.

L'ex albergo Marinella

Di questi argomenti era previsto si parlasse subito dopo, ha chiarito il sindaco. Prima di dare la parola all'assessore Cenci per il progetto per la nuova piscina nell'area di Campostano, Bucci ha ribadito ancora una volta che il Comune può fare poco per la Marinella, così come per la villa in fondo a viale delle Palme. «La Marinella, come si pensava, non si fa più», ha detto chiaramente il sindaco. La conclusione era già diventata chiara all'indomani dell'ultima mareggiata, che ha fatto crollare alcune porzioni dell'edificio. Le soluzioni per la Marinella restano dunque due: o la si demolisce completamente e resta solo il piazzale, oppure verrà realizzata una struttura di un solo piano.

Supermercato con piscina sul tetto a Campostano

In realtà non una, ma due piscine, che dovrebbero sorgere sulla copertura di un nuovo edificio nell'area attualmente occupata da un vivaio dismesso, di proprietà di Sogegross. Per garantire una continuità all'interno del quartiere dopo la demolizione della Mario Massa, anche la nuova vasca sarà da 33 metri, quindi adatta per ospitare partite di pallanuoto di serie A. Accanto una seconda piscina, più piccola, per bambini e attività varie come acquagym o acquabike.

Sotto il nuovo impianto natatorio, un supermercato dell'insegna Basko, non un nuovo punto vendita ma un riposizionamento, con sotto tre/quattro livelli di parcheggi (tre nella parte a monte e quattro lato viale Franchini) con 170 posti auto. In questo caso i tempi si annunciano più lunghi: l'auspicio dell'assessore Cenci è quello di vedere aprire il cantiere nel 2020. I lavori avranno una durata di 18/24 mesi.

Nuovo complesso residenziale in via del Commercio

L'ex fabbrica Aura in via del Commercio consta di tre edifici, che verranno demoliti. L'intenzione, spiegano dal Comune, è quello di raccordare la collina soprastante con la città, portando il verde verso valle. L'intervento, da parte di privati, porterà alla realizzazione di due nuovi complessi residenziali, muniti di posti auto e impianto sportivo.

Riqualificazione parchi di Nervi

Il progetto si articola su cinque anni in modo da garantire una fruibilità al pubblico. Lo scorso anno sono crollati circa 300 alberi, dunque i lavori puntano come prima cosa a impiantare nuove alberature. Nel 2021 i parchi ospiteranno la nuova edizione di Euroflora.

Conclusioni

Al secondo giro di domande da parte del pubblico sono emerse ulteriori perplessità. C'era chi diceva che la scogliera soffolta non serve e chi il contrario. Bucci non ha mancato di sottolineare i diversi punti di vista con «vedete com'è difficile fare il sindaco? Nervi non vuole più la piscina? Non la facciamo. Dei vari progetti che abbiamo esaminato, quello di Campostano ci è sembrato il migliore. Avete altre proposte? Tiratele fuori che le esaminiamo. Ma il compito del sindaco è quello di decidere. Io credo che Nervi abbia diritto ad avere la sua piscina».

C'è chi ha fatto notare che non si è mai vista una vasca regolamentare per la pallanuoto che non fosse interrata, una piscina di 33 metri piena d'acqua ha un peso ragguardevole per essere posizionata sul tetto di un edificio. Un'abitante della zona ha domandato se ci sia stata un'analisi approfondita del rischio idreogeologico visto che Campostano non è una zona pianeggiante e, in caso di forti piogge, le acque scendono verso viale Franchini.

Un rappresentante del comitato spontaneo di Nervi ha ricordato come anni fa ci fu una raccolta firme con annessa manifestazione in strada contro il progetto di allora per una piscina a Campostano, mostrando fogli con elencate le modifiche alla circolazione previste. Bucci ha continuato a scuotere la testa, finché non è intervenuto per dire che quel progetto è morto e sepolto, quello di oggi è un altro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma, l'amministrazione si è presentata a Nervi orgogliosa delle novità che venivano illustrate al quartiere, che da parte sua ha reagito senza grandi slanci di entusiamo. I genovesi, come ha fatto notare un giovane presente fra il pubblico, hanno la passione per il 'mugugno'. Ma, a parte le lamentele di circostanza, sembra che il progetto per la nuova piscina sia ben lungi dal mettere tutti d'accordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

  • Coronavirus: sempre più casi a Genova, ipotesi coprifuoco in alcune zone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento