menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nervi: cede parte della scogliera, chiuso un tratto di passeggiata

Il crollo è avvenuto in seguito alle forti piogge che hanno bersagliato la città nei giorni scorsi. Non ci sono danni a cose o persone, ma l'area è stata transennata per consentire la messa in sicurezza

L’ondata di maltempo e le piogge che si sono abbattute sulla regione nei giorni scorsi, e il temporale che ha bersagliato la città nella serata di mercoledì, hanno causato un cedimento nel tratto di scogliera sottostante la passeggiata Anita Garibaldi, a Nervi, che è stato quindi transennato per consentire le operazioni di messa in sicurezza.

Il crollo, non di grave entità, è avvenuto all'altezza del belvedere di Villa Serra, e non ha causato danni a cose o a persone, ma il Comune ha disposto la chiusura del tratto vietando il passaggio e ordinato un intervento di somma urgenza per ripristinarlo il prima possibile. Stando ai primi rilievi effettuati dai geologi, sarebbe in corso un distacco della parte di scogliera su cui poggia la passeggiata, una posizione particolarmente delicata che rende necessario l'intervento di ditte specializzate che possano operare anche dal mare. Nei prossimi giorni interverranno anche i sub per verificare in che misura è coinvolto il piede della parete rocciosa, e stabilire dunque le linee guida per l'intervento.

«Sto aspettando la relazione dei tecnici, che sono intervenuti immediatamente e hanno effettuato i rilievi. Si tratta di un intervento delicato, che coinvolge circa 50 metri della passeggiata. Già da lunedì, una volta ottenuti tutti i dati, il progettista del Comune potrà presentare un piano per il ripristino - ha assicurato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello - Contiamo di portarlo a termine nell’arco di poche settimane con la ditta incaricata dei lavori. Nel frattempo abbiamo transennato la zona e già da oggi provvederemo a mettere più cartelli esplicativi. La passeggiata è comunque agibile: ai lati ci sono delle scalette che consentono di bypassare il punto pericoloso e raggiungere l'altro lato». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento