Cronaca

Non è più in pericolo di vita il neonato in coma al Gaslini

Il quadro clinico del bimbo di 2 mesi che dal 27 dicembre è ricoverato nel reparto rianimazione dell'ospedale genovese sarebbe in "lievissimo miglioramento". Ma i danni cerebrali rimangono irreversibili

Non sarebbe più in pericolo di vita imminente il neonato di due mesi che dallo scorso 27 dicembre è ricoverato in coma farmacologico nel reparto rianimazione dell’ospedale Gaslini per trauma cranico.

Stando a quanto riferito dai medici, le condizioni del bimbo sarebbero ancora gravi, ma da ieri pomeriggio respirerebbe in maniera autonoma e non sarebbe più intubato. Rimangono però “irreversibili” i danni riportati in seguito alla caduta che ha portato al ricovero, al centro di un’inchiesta della Procura che vede indagati per lesioni aggravate e abbandono di minore i due genitori.

Pur avendo riscontrato «un miglioramento lievissimo», ha spiegato Pietro Tuo, direttore del reparto di rianimazione, le condizioni del piccolo restano «gravissime». Il ricovero era avvenuto la sera del 27 dicembre, quando i genitori avevano chiamato i soccorsi dopo una presunta caduta dal divano nella loro casa di Pegli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non è più in pericolo di vita il neonato in coma al Gaslini