rotate-mobile
Cronaca

Il Natale solidale della Superba, tavole apparecchiate in tutta la città per i bisognosi

Sono stati oltre 7mila i pasti serviti dalla Comunità di Sant'Egidio ad anziani, senzatetto e rifugiati, cui ha fatto visita anche il cardinale Angelo Bagnasco

Una grande tavola aperta a tutti, soprattutto a chi voleva trascorrere la giornata di Natale in compagnia, per sentirsi meno solo e condividere un po’ della gioia e del calore delle feste: sono stati oltre 7mila i pasti preparati dalla Comunità di Sant’Egidio per altrettanti ospiti che hanno preso parte ai 40 pranzi organizzati nei diversi quartieri della città, un’iniziativa che ha visto impegnati oltre 700 volontari decisi a mettersi al servizio de più bisognosi per il tradizionale pranzo del 25 dicembre.

Tra le location che quest’anno hanno ospitato tavolate e sedie ci sono  i Magazzini del Cotone al Porto Antico, Palazzo Ducale, la Commenda di Prè e la basilica dell’Annunziata, dove questa mattina è intervenuto anche il cardinale Angelo Bagnasco, che dopo avere salutato e fatto gli auguri ai presenti ha sottolineato l’importanza della solidarietà: seduti ai tavoli una comunità che lo stesso cardinale ha definito “variegata”, e che comprendeva migranti, anziani, senzatetto e persone che altrimenti non avrebbero potuto permettersi un tradizionale pranzo natalizio.

I pranzi sono stati inoltre organizzati in diversi istituti per anziani sparsi per la città e nel carcere di Marassi e Pontedecimo, dove i detenuti si sono riuniti per festeggiare il Natale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Natale solidale della Superba, tavole apparecchiate in tutta la città per i bisognosi

GenovaToday è in caricamento