menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Murta, smantellato covo di spacciatori "pendolari": in centro storico col bus

I pusher avevano trasformato un piccolo appartamento in una centrale di spaccio: la droga, eroina e crack, veniva venduta in centro storico

Avevano trasformato il piccolo appartamento che condividevano a Murta, sulle alture della Valpolcevera, in un covo di spaccio in cui “smistavano” la droga da vendere poi nel centro storico genovese, ma sono stati scoperti dalla polizia, che dopo giorni di appostamenti è entrata in azione arrestandoli.

In manette sono finiti due cittadini senegalesi a un altro uomo originario del Gambia, tutti tra i 25 e i 30 anni, sprovvisti di permesso di soggiorno e con numerosi precedenti per spaccio commessi per lo più in centro storico. Proprio i loro ripetuti precedenti hanno spinto i poliziotti della Squadra Mobile a predisporre una serie di controlli approfonditi: gli agenti della Sezione Criminalità Diffusa sono risaliti all’abitazione del terzetto e hanno iniziato a tenerla d’occhio da terrazze e tetti, osservando i loro spostamenti e il continuo via vai di persone nel palazzo.

Il blitz è quindi scattato giovedì sera, quando due dei tre spacciatori sono usciti di casa come di consueto per dirigersi con l’autobus verso il centro storico: i poliziotti li hanno intercettati alla fermata di via Polonio, un controllo cui hanno reagito con nervosismo, negando di vivere in zona e tentando di disfarsi di alcuni involucri che si sono poi rivelati dosi di crack. È quindi partita anche la perquisizione dell’appartamento, dove altri agenti hanno trovato il terzo pusher circondato da un vero e proprio “market” della droga, con numerose dosi di crack, eroina e marijuana e tutto il materiale per confezionarle, insieme con oltre 1400 euro in contanti.

La droga è stata sequestrata e i tre spacciatori sono stati arrestati e trasferiti a Marassi. Le indagini adesso proseguono per cercare di ricostruire il giro di spaccio in cui erano inseriti e smantellare la rete attiva in centro storico.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento