Cronaca Carignano / Mura delle Cappuccine

Le Mura delle Cappuccine risorgono tra il belvedere e la nuova passeggiata

Dopo 9 mesi di lavori e un investimento di 500mila euro, il percorso che si snoda lungo la cinta medievale di Carignano ha cambiato faccia. E torna ai genovesi

Nove mesi di lavori e un investimento da 500mila euro per riportare le storiche Mura delle Cappuccine all’antico splendore: la nuova passeggiata e il rinnovato belvedere, sono stati inaugurati ufficialmente questa mattina alla presenza del sindaco Marco Doria e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello, che sotto gli occhi vigili degli Alpini, il cui circolo sorge a pochi passi dalle Mura, hanno mostrato la nuova pavimentazione, l’area ristoro dotata di “banchi” su cui sedersi per trascorrere una pausa pranzo all’aria aperta o studiare in mezzo al verde e le nuove alberature.

Circa 400 metri la lunghezza del percorso che si sviluppa lungo l’ex cinta medievale della città, negli ultimi anni abbandonata all’incuria e al degrado e oggi restituita con un altro volto ai genovesi, dalle mamme con i bimbi ai pensionati alla ricerca di un posto in cui godersi il sole, passando per i turisti attratti dal panorama, gli sportivi alla ricerca di un posto in cui allenarsi e persino gli studenti del vicino liceo e della scuola media, che potranno approfittare dei banchi di ghisa posizionati nel bastione lato monte e, in futuro, del wi-fi gratuito che l’amministrazione ha in programma di installare a breve.

A occuparsi della riqualificazione sono state Aster e l’azienda Esostrade, che, come ha spiegato l’architetto Annamaria Airenti, dirigente progettazione Aster, hanno realizzato la doppia pavimentazione, una in graniglia calcarea naturale su tutto il percorso e un nastro a cubetti lungo il perimetro delle mura, per rendere la passeggiata accessibile ai tutti: «A dare le maggiori difficoltà sono state le radici, che nel corso degli anni hanno “bucato” l’asfalto causando crepe e buchi, ma la nuova pavimentazione consentirà agli alberi di “respirare” ed espandersi evitando che il fenomeno si ripeta».

«Io sono venuto qui con l’assessore Crivello prima che partissero i lavori, e abbiamo visto subito che la situazione era disastrosa e serviva un intervento prioritario - ha spiegato il sindaco Doria - Siamo molto soddisfatti del risultato, e adesso si può pensare al futuro: penso al Blue Print, che rivoluzionerà ulteriormente l’aspetto della Foce, penso alle tante trasformazioni che possono avvenire. Sono stufo, se posso dirlo, di una città che si piange addosso, perché siamo in grado di fare molte cose: basta lamentarsi».

Soddisfatto anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello, che ha sottolineato l’importanza che la riqualificazione, incentrata sulla valorizzazione di un patrimonio storico-culturale della città, avrà sul turismo: «Sono tante le persone che passando di qua potranno rimanere attratti da questo belvedere, colpisce la pavimentazione, colpisce la piantumazione. E non è l’unico intervento in programma: stiamo già intervenendo con Aster in corso Mentana, e a breve ci metteremo al lavoro anche in corso Magenta, a Castelletto, per riqualificare la passeggiata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Mura delle Cappuccine risorgono tra il belvedere e la nuova passeggiata

GenovaToday è in caricamento