rotate-mobile
Cronaca Multedo / Via Pietro Rostan

Chiazze e miasmi nel rio Rostan, allarme dei residenti

Giovedì numerose segnalazioni a Municipale e Vigili del fuoco per acqua dal forte odore chimico e dal colore inusuale: nessuna pericolosità è emersa dai rilievi, ma i timori non si placano

Continuano le verifiche sulla chiazza di liquido sospetto avvistata nel pomeriggio di giovedì nel rio Rostan, a Multedo: dal sopralluogo dei Vigili del fuoco non è emersa alcuna pericolosità, ma la sezione Ambiente della Municipale è comunque impegnata in indagini per cercare di capire da dove provenga il liquido.

Le segnalazioni arrivate dai residenti parlavano di acqua dal colore inusuale e dal forte odore chimico, elementi che hanno fatto pensare a uno sversamento di liquido infiammabile: sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco con il carro Nbcr, utilizzato per indagini su nucleare, batteriologico, radiologico e chimico, che non hanno però riscontrato la presenza di sostanze pericolose. 

I timori degli abitanti della zona, però, non si placano, anche alla luce della presenza del polo petrolchimico e della conferma da parte del Comune della presenza di sostanze inquinanti nella parte tombata del rio. Lo scorso maggio si era verificato un altro episodio di questo genere, con conseguente rilievo da parte della sezione Ambiente della Municipale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiazze e miasmi nel rio Rostan, allarme dei residenti

GenovaToday è in caricamento