Dorme in una baracca con un'arma medievale, 21enne nei guai

Un giovane milanese è stato denunciato dalla polizia a Multedo perché sorpreso con un "mazzafrusto", arma bianca di origine medievale formata da un bastone al quale è attaccata una palla chiodata

Un giovane milanese di 21 anni è stato denunciato dalla polizia a Multedo poco prima delle 9 del mattino perché sorpreso all'interno di alcune baracche abbandonate con un "mazzafrusto". Si tratta di un'arma bianca di origine medievale formata da un bastone al quale è attaccata una palla chiodata attraverso una catena.

I poliziotti del Commissariato di Cornigliano nella mattinata di domenica 12 luglio 2020 hanno effettuato un controllo all’interno di alcune baracche abbandonate in zona Multedo, spesso occupate da sbandati e pregiudicati.

Attraverso una porta aperta gli agenti hanno notato il 21enne che dormiva su un materasso di fortuna tenendo accanto a sé un mazzafrusto, con manico in legno e palla in ferro chiodata. Il ragazzo, che è risultato essere pregiudicato per minacce, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e furto in abitazione, si è giustificato dicendo che l’arma era solo per “difesa personale”, ma è stato denunciato per "porto di armi
od oggetti atti ad offendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • È arrivata la neve: le foto

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • Covid, Toti propone la "zona bianca”. E sul Natale: «Più libertà e qualche sacrificio dopo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento