rotate-mobile
Cronaca Marassi / Via Bobbio

Carrelli di focaccia per nutrire i cinghiali: blitz delle guardie Wwf, sanzioni e denunce

Impressionante il numero di persone che nutre i cinghiali per le strade di Genova, tra l'altro con un tipo di alimentazione sbagliato e dannoso per gli stessi animali

Secondo intervento mirato, a cura delle guardie giurate Wwf Italia nucleo di Genova per dissuadere i cittadini di Genova a nutrire i cinghiali, spingendoli così sempre di più nel tessuto urbano e facendo il loro male. Sono state elevante sanzioni per 200 euro e una persona è stata denunciata per rifiuto di declinare le generalità agli agenti di polizia amministrativa dell'associazione ambientalista, pubblici ufficiali a tutti gli effetti.

Le guardie - che operano da volontarie per la Regione Liguria - sabato verso le 6,30 hanno presidiato in particolare la zona di via Bobbio, all'altezza della scuola primaria Gerolamo da Passano. Impressionante il numero delle persone che alimentano gli ungulati: oltre a una paziente opera dissuasiva per prevenire la commissione di illeciti, gli agenti sono stati costretti a intervenire in quattro casi, tre persone che appunto davano da mangiare ai cinghiali e una che ha conferito grandi sacchi di rifiuti misti nei cassonetti della differenziata, contribuendo a bloccarne pure uno.

Nel primo caso, un uomo stava alimentando i cinghiali con un carrellino pieno di focaccia e si è rifiutato di declinare le proprie generalità. Nonostante i ripetuti inviti delle guardie si è dileguato. Nel secondo è toccato a una donna che ha dichiarato di essere stata sanzionata per la terza volta: le è stato (nuovamente) spiegato che nutrire i cinghiali è vietato e che, tra l'altro, il tipo di cibo che lei stava somministrando non era adatto agli ungulati. A quel punto, si è messa a insistere dicendo che gli animali possono nutrirsi anche di pasta secca, pomodori e gusci di uova.

Terzo caso con una donna che li alimentava con pane secco e avanzi di cibo del gatto: lei si è dimostrata disponibile e ha ammesso che alimentare i cinghiali è sbagliato.

Le guardie hanno anche operato per il rispetto delle modalità per la raccolta differenziata: 11 sono i cittadini informati nel dettaglio sul conferimento dei rifiuti nei vari contenitori. In più una persona, uscita da un palazzo di via Bobbio, è stata notata mentre gettava un grande sacco nero di rifiuti indifferenziati nel cassonetto destinato alla carta. L'apertura del bidone è rimasta bloccata e l' uomo è rientrato velocemente nel caseggiato, uscendo qualche minuto dopo con un altro grande sacco di rifiuti: a quel punto si è accorto della presenza delle guardie ed è rientrato velocemente nel portone.

Continua a leggere su GenovaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrelli di focaccia per nutrire i cinghiali: blitz delle guardie Wwf, sanzioni e denunce

GenovaToday è in caricamento