menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multa a chi rovista nei cassonetti, in commissione consiliare si parla di modifiche alla delibera

Continua a far discutere la delibera che a Genova prevede multe di 200 euro per chi viene sorpreso a frugare nei cassonetti dei rifiuti

Continua a far discutere la delibera che a Genova prevede multe di 200 euro per chi viene sorpreso a frugare nei cassonetti dei rifiuti. Nata un anno fa, dopo l'Ordinanza presentata dall'Assessore leghista Stefano Garassino, è stata nuovamente il tema principale durante la Commissione consiliare del 7 ottobre in merito alle Politiche Sociali a Difesa dei più deboli a Genova, tenutasi nella Sala Rossa di Palazzo Tursi.  Tra i più importanti rappresentanti del tema in merito, tra cui quelli della Caritas e della Ceis di Enrico Costa, è stata presente anche Aleksandra Matikj, Presidentessa del "Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione" che aveva lanciato una raccolta firme contro la delibera.

«Sono stata la prima a riproporre la questione davanti all'Assessore Francesca Fassio - ha spiegato la Matikj - : quella delibera a Genova è un problema poiché non soltanto colpisce e multa chi ha già perso tutto con una sanzione di 200 euro ma a quelle persone disperate il disagio viene inflitto anche successivamente per un procedimento penale per il reato di furto. Perché in questa città, essere “colti in flagrante” perché ci si appoggia sulle scale oppure perché si “ruba” dalla spazzatura è diventato un reato, sono stati già fatti quasi 300 verbali».

«Inoltre - continua la Matikj - sussisterebbe oramai un possibile danno erariale, di queste 300 sanzioni ne sarebbero state pagate solo due. Durante la riunione ho precisato agli Assessori Fassio e Garassino che ci vorrebbe un percorso diverso per queste persone, un programma concreto e funzionante che però sia produttivo. Questa volta sembra che ci possa essere un'apertura per modificare questo percorso senza multare e processare chi è "colpevole" solo "di essere caduto in disgrazia", magari mandando gli assistenti sociali sul posto invece che la Polizia municipale, esattamente quanto da noi proposto un anno fa. Speriamo che questa volta il Sindaco Marco Bucci ci riceva con una buona notizia ossia quella di cancellare questa delibera. Noi, ovviamente, come sempre, siamo disposti a collaborare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento