rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Movida, il Tar sospende la chiusura anticipata dei locali decisa dal Comune

Alcuni dei nove bar a cui era stata imposta la chiusura alle 23.30 nel fine settimana hanno ottenuto una sospensiva dal tribunale, potranno tenere aperto fino all'una

Continuano ad arrivare le decisioni del Tar per quello che riguarda i locali del centro storico colpiti da un provvedimento del Comune che aveva fissato la chiusura alle ore 23.30 (fino alle sei del giorno successivo) nel fine settimana nelle serate di venerdì, sabato e domenica (unica eccezione Capodanno) fino al 31 gennaio 2022.

Provvedimento che era arrivato dopo le proteste dei comitati dei residenti del Centro Storico che nelle scorse settimane avevano fatto sentire la propria voce, chiedendo maggiori tutele all'amministrazione comunale denunciando gli "eccessi della movida". Nove i locali colpiti: il "Moretti" di piazza San Bernardo, il bar degli "Asinelli" e il "Gio.Si" in via Canneto il Lungo, il "Fitz" di via delle Grazie,  il "Tequila" di piazza Ferretto, "Atmosfera", "Boss", "La Vita" e "Rosso di Sera" in via San Donato

Dopo la raccolta firme lanciata dal Moretti e i primi ricorsi al Tar ne sono arrivati altri. I primi quattro locali (Tequila, La Vita, Boss e Rosso di Sera) avevano ottenuto una sospensiva del provvedimento che gli consente di tenere aperto fino all'una almeno fino al 14 dicembre (data in cui è stata fissata la discussione), poi sono arrivate anche le decisioni relative ad altri due locali, il 7 dicembre quella sul Moretti e il 9 quella sul Fitz, hanno ottenuto la sospensiva fino al 12 gennaio 2022, data in cui è stata fissata la trattazione collegiale, e potranno tenere aperto fino all'una. Non sono esclusi, visto l'esito, altri ricorsi da parte degli altri locali colpiti dal provvedimento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, il Tar sospende la chiusura anticipata dei locali decisa dal Comune

GenovaToday è in caricamento