menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio alla fermata del bus, ventunenne ucciso da coetaneo

Un ragazzo ecuadoriano di 21 anni è stato ucciso questa mattina alla fermata del bus di via Buozzi, a Di Negro. L'aggressore, connazionale 22enne, lo ha riempito di calci e pugni

Genova - Un ragazzo di 21 anni è morto dopo essere stato aggredito alla fermata dell’autobus in via Buozzi a Di Negro.

La vittima, un ragazzo ecuadoriano, è stato ucciso da un connazionale, ventiduenne, dopo che i due avevano passato l’intera nottata insieme in una discoteca nei pressi del Terminal Traghetti.

Lite scoppiata improvvisamente questa mattina alle 5, per motivi ancora ignoti e ingigantita dall’altro tasso alcolico, violento pestaggio con calci e pugni che hanno provocato al ventunenne lesioni tali da portarlo alla morte. Immediato il ricovero all’ospedale Galliera, dove il ragazzo è morto intorno alle 11.

L’aggressore è stato rintracciato dagli agenti delle “volanti” e arrestato: è accusato di omicidio volontario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento