Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Gaslini, addio al dottor Giorgio Dini, una vita dedicata ai bambini malati di tumore

Il lutto improvviso: il medico è stato direttore del Dipartimento di Ematologia e Ongologia. Il funerale sarà celebrato l'8 agosto

Un lutto improvviso ha colpito l’Istituto Giannina Gaslini di Genova: il 4 agosto 2018 è improvvisamente mancato il dottor Giorgio Dini. A diffondere la notizia, una nota ufficiale dell'ospedale.

Il medico viene ricordato per il suo instancabile impegno nel reparto di Onco-ematologia del Gaslini, di cui è stato direttore per lunghi anni e poi come direttore di tutto il Dipartimento di  Ematologia e Oncologia dell’ospedale pediatrico genovese.

Il funerale sarà celebrato mercoledì 8 agosto alle ore 10.00 nella chiesa della Risurrezione di N.S. Gesù Cristo di Borgoratti a Genova. Il Santo Rosario sarà recitato martedì 7 agosto alle ore 18.30 presso la suddetta chiesa.

Da sempre attento agli aspetti scientifici e di ricerca clinica ed al continuo aggiornamento dei giovani medici e di tutto il personale del reparto, Dini non ha mai trascurato gli aspetti umani e sociali, ponendo sempre i pazienti e le loro famiglie al centro delle cure. Entusiasta  pioniere nel campo del trapianto di midollo osseo, nei primi anni ‘90 ha reso l’ospedale Gaslini punto di riferimento italiano in questo campo: per primo in Italia ha reso possibile ai bambini italiani l’accesso al registro statunitense dei donatori volontari di midollo, ampliando notevolmente le loro possibilità di arrivare al trapianto.

Giorgio Dini ha contribuito per quasi 40 anni alla crescita ed allo sviluppo dell’Associazione AIEOP, di cui è stato presidente dal 2008- 2010, e per molti anni responsabile del Gruppo di Lavoro sul Trapianto di Staminali Emopoietiche. Ha inoltre contribuito alla nascita ed allo sviluppo del Gruppo di Lavoro sulle patologie pediatriche nell’ambito del Gruppo Europeo sul Trapianto di Midollo di cui è stato chairman per 2 mandati, dedicandosi con grande impegno alle problematiche nei pazienti adolescenti.

L’ematologo aveva dedicato la vita a salvare i più piccoli e anche dopo il ritiro dall’attività ospedaliera, non ha mai smesso di dedicarsi ad iniziative in favore di realtà sociali disagiate, favorendo iniziative umanitarie e collaborazioni internazionali (tra le altre con Cuba, Marocco e Romania) per cercare di garantire a tutti i bambini un adeguato percorso di cura.  

L’uomo, grazie alle capacità comunicative, alla visione sempre positiva ed ottimistica, all’instancabile iniziativa, era molto conosciuto anche nel Tigullio e aveva dato una grossa mano alla missione interdiocesana ligure a Cuba: grazie a lui, infatti, tanti bambini sono stati salvati dalla leucemia.

Un mese fa aveva ricevuto la segnalazione della giuria del Premio Bontà don Nando Negri al Villaggio del Ragazzo.

«L’Istituto Gaslini esprime le più vive condoglianze alla famiglia Dini per questa grandissima perdita, condivisa dal personale dell’ospedale pediatrico e da tante famiglie di ex pazienti che hanno avuto nel dottor Dini un fondamentale punto di riferimento».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaslini, addio al dottor Giorgio Dini, una vita dedicata ai bambini malati di tumore

GenovaToday è in caricamento