menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genova, ucciso a sprangate davanti alla stazione Brignole

Notte di sangue fra venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2013. Un uomo, un trentenne nordafricano, è stato ucciso a sprangate davanti alla stazione Brignole. I due presunti assalitori, due romeni senza fissa dimora, sono stati arrestati

Genova - Notte di sangue fra venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2013. Un uomo, un trentenne nordafricano, è stato ucciso a sprangate davanti alla stazione Brignole. La vittima non è ancora stata identificata.

Secondo le prime ricostruzioni, il decesso sarebbe avvenuto in seguito a una rissa fra alcuni senza tetto nei pressi di un chiosco davanti alla stazione ferroviaria. I due presunti assalitori, due romeni senza fissa dimora, sono stati arrestati poco distante dal punto in cui sono avvenuti i fatti. Uno di loro aveva ancora in mano la spranga usata per il delitto.

In base a quanto riscontrato dai carabinieri e dal medico legale accorso sul posto, il trentenne sarebbe morto in seguito ai numerosi colpi di spranga inferti al capo dagli altri due senza tetto.

La salma è stata trasferita all'istituto di medicina legale del San Martino a disposizione del magistrato. Al momento non è ancora stata disposta l'autopsia, ma pare probabile che la procura decida di far fare gli esami autoptici sul cadavere per chiarire quali sono state le cause del decesso.

In base al responso verrà formulata l'accusa nei confronti dei due fermati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento