Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca San Fruttuoso / Corso Sardegna

Marassi piange suor Clara, anima e cuore della Polisportiva Auxilium

La società sportiva attiva tra via Cagliari e corso Sardegna l'ha ricordata sui propri canali ufficiali: «Mancherai a tutti soprattutto ai tuoi bambini e alle tue bambine»

Lutto nel quartiere di Marassi e per la Polisportiva PGS Auxilium: è mancata  Suor Clara (Clara Merlo all'anagrafe), anima di una società sportiva che conta oltre mille tesserati e che copre svariate discipline, dalla pallavolo alla pallacanestro, ma anche arti marziali, calcio, ginnastica ritmica e artistica. Un'associazione nata all'interno dell’Istituto delle Suore di Maria Ausiliatrice in Corso Sardegna e attiva all'interno del Palazzetto dello sport di via Cagliari, il Palauxilium.

Suor Clara, salesiana di 87 anni, si occupava anche degli alunni dell'Istituto delle Suore di Maria Ausiliatrice ed era un vero e proprio punto di riferimento per i suoi ragazzi, dai più piccoli ai più grandi che la ricordano con affetto anche a distanza di anni. Pietro Fascio, ex giocatore di basket dell'Auxilium racconta: «Quanti ricordi nei miei anni in corso Sardegna, dai rimproveri per una partita giocata male dalla squadra alle carezze affettuose quando ci si incontrava. "Questi sono tutti miei ragazzi" dicevi, ed ogni volta che ti vedevo girare sugli spalti alle partite con scarpe da ginnastica a fare il tifo sorridevo e pensavo “non è possibile”. Mancherai a tutti suor Clara».

Ricorda suor Clara anche Corrado Rossi, prima giocatore e poi allenatore di pallacanestro alla polisportiva Auxilium, in società dal 1997: «È stata la prima persona che ho conosciuto in "Aux". Entrai dal cancello per andare andare a giocare a basket un sabato mattina e trovai una suora circondata da bambini che le correvano dietro, mentre lei si spostava in monopattino per tutto il cortile. Era davvero una donna con una marcia in più, un vero coach anche quando veniva con noi in panchina. Non poteva seguirci anche in tutte le trasferte perché spesso le partite terminavano molto tardi fuori provincia di Genova, ma rimaneva sveglia per aspettare la nostra chiamata e sapere come era andata. Ne abbiamo davvero vissute tante insieme a lei e potrei raccontare centinaia di aneddoti, ma in questo momento voglio solo ricordarla e ringraziarla per tutto».

La società sportiva l'ha ricordata sui propri canali ufficiali citando Sant'Agostino: «Coloro che ci hanno lasciati non sono degli assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrime - hanno scritto - tutta la famiglia PGS Auxilium piange la perdita di Suor Clara il cuore della nostra Società. Mancherai a tutti soprattutto ai tuoi bambini e alle tue bambine».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marassi piange suor Clara, anima e cuore della Polisportiva Auxilium

GenovaToday è in caricamento