rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Sampierdarena / Via Enrico Porro

Ponte Morandi, iniziata l'installazione dei sensori

Ancora non è chiaro quanto dureranno i monitoraggi, al termine dei quali gli sfollati potrebbero rientrare nelle loro case a prendere gli effetti personali

Poco dopo il minuto di silenzio, alle 11.36, ora del crollo del ponte Morandi un mese fa, i vigili del fuoco hanno iniziato le operazioni d'installazione dei 200 sensori per il monitoraggio dei monconi del viadotto. Prima di tutto è stata interrotta l'energia elettrica in modo da isolare l'illuminazione pubblica ed evitare incidenti con il passaggio delle autoscale.

Le sonde sono solo appoggiate, molto sensibili, e registreranno eventuali movimenti della struttura residua: i dati verranno raccolti 24 ore su 24 in una centralina ed elaborati dai tecnici. Al momento non si conosce ancora quanto dureranno i monitoraggi al termine dei quali gli sfollati potrebbero rientrare nelle loro case a prendere gli effetti personali.

A coadiuvare i vigili del fuoco ci sono i tecnici di Aster, che si stanno occupando di potare alcuni rami per riuscire a salire con l'autoscala. Le operazioni dureranno tutto il giorno, sono molto complesse e delicate: i vigili del fuoco devono salire lungo il pilone superstite che passa sopra via Fillak e sistemare i sensori, posizionati sui due lati della pila.

Genova si ferma per ricordare la tragedia. Video

Martedì scorso in consiglio comunale Giovanni Crivello aveva chiesto informazioni relative al possibile rientro, temporaneo, degli abitanti di via Porro dopo il crollo del ponte Morandi. A rispondere era stato il sindaco Marco Bucci: «Il recupero delle cose personali nelle abitazioni dipende dalla collocazione del sistema di monitoraggio. Verrà installato su entrambi i lati crollati del ponte, ma si inizierà dalla pila 10, quella che interessa le case degli sfollati. È una cosa complessa dato che si tratta di 200 sensori che non sono neppure interamente disponibili in Italia, ma vanno acquistati all’estero. I primi apparecchi arriveranno, salvo ritardi, giovedì sera e i vigili del fuoco si sono resi disponibili a montarli già venerdì, molto però dipende dal tempo atmosferico perché, con condizioni meteo avverse, la loro sistemazione dovrà essere rinviata».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Morandi, iniziata l'installazione dei sensori

GenovaToday è in caricamento