Cronaca

Ponte Morandi: un nuovo indagato e ancora nessun nuovo commissario

A ricevere l'avviso di garanzia è stato un dirigente del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tutto fermo invece per quanto riguarda l'ufficializzazione del nuovo commissario per la ricostruzione

C'è un nuovo nome, iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sul crollo di ponte Morandi. Mentre non è ancora stato nominato il nuovo commissario per la ricostruzione. L'investitura ufficiale era attesa entro ieri, ma le aspettative sono andate deluse. In pole resta Claudio Andrea Gemme, anche se, secondo indiscrezioni, sul manager non ci sarebbe totale convergenza.

Per quanto riguarda l'inchiesta, il numero degli indagati è salito a 21. Questi ultimi partecipano oggi all'incidente probatorio, che prevede il primo sopralluogo nell'hangar dove sono depositati i materiali prelevati dal ponte Morandi. Ci sarà anche l'ultimo a ricevere l'avviso di garanzia, un dirigente del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, pare appartenente alla Divisione quattro.

Quest'ultima sezione del ministero sarebbe stata citata dal funzionario, sempre del ministero ma della Divisione uno, Bruno Santoro, interrogato sabato scorso. Dal dissequestro dei resti di ponte Morandi da parte della Procura dipende la data di inizio della successiva demolizione, con la conseguente riapertura delle strade, al momento interdette alla circolazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Morandi: un nuovo indagato e ancora nessun nuovo commissario

GenovaToday è in caricamento