menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Demolizione Morandi, al via la cessione delle aziende in zona rossa

Il commissario-sindaco Marco Bucci ha stabilito le modalità di acquisizione e indennizzo delle aree industriali che sorgono nella zona che diventerà cantiere

Non solo palazzi, ma anche sedi di aziende, terreni e capannoni: continua la corsa contro il tempo del commissario-sindaco Marco Bucci per iniziare la demolizione di quanto resta del ponte Morandi entro la fine del 2018, e negli ultimi giorni, oltre a lavorare alle cessioni delle 266 case evacuate di via Porro e via del Campasso, la struttura commissariale sta lavorando anche all’acquisizione delle aziende che si trovano nel perimetro della zona rossa e in quelle che in futuro potrebbe diventare aree di cantiere.

Il decreto con cui Bucci stabilisce le modalità di acquisizione è stato pubblicato venerdì: le aree cedute verranno rimborsate con1.300 euro a metro quadro per quelle coperte, e 325 euro a metro quadro per le parti scoperte. A occuparsi dell’operazione, affiancato con tutta probabilità dai 56 notai che stanno gestendo gratuitamente quella parallela degli appartamenti, è il sub-commissario Piero Carlo Floreani, il magistrato della Corte dei Conti che fa parte del team di esperti che Bucci ha voluto con sé per gestire la demolizione e la ricostruzione del viadotto sul Polcevera.

Le aziende interessate dal decreto sono principalmente quelle che si trovano nella zona Ovest, quella su cui sorgono Ikea e Ansaldo (risparmiato dal decreto e dalla mappa che riperimetra la zona che potrebbe diventare cantiere). E proprio per la loro posizione si rende necessario chiudere il prima possibile le acquisizioni: l’intenzione del sindaco è quella di iniziare con la demolizione il 15 dicembre (il 14 dovrebbe firmare il relativo decreto) partendo proprio dalla zona Ovest.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento