menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moody, nessun accordo per la cessione. I sindacati: «Lavoratori ancora a casa»

Ancora nessuna certezza per i 34 dipendenti del Moody e della Pasticceria Svizzera, locali chiusi dallo scorso mese di febbraio in seguito al fallimento delle società di Fogliani

Ancora nessuna certezza per i 34 dipendenti del Moody e della Pasticceria Svizzera, locali chiusi dallo scorso mese di febbraio in seguito al fallimento delle società di Gregorio Fogliani.

Martedì 28 maggio 2019 si sono incontrati nella sede di Confesercenti Genova l'azienda Hi Food Genova, Azzurra 95 Srl, Pasticceria Svizzera Vital Gaspero Sas con i sindacati Filcams, Fisascat e Uiltucs e la rappresentanza sindacale, al fine di sventare i licenziamenti e discutere della possibilità di rilevare in affitto l'azienda da parte della società Hi Food Genova, operante nel settore della ristorazione di cui fa parte anche Gabriele Volpi, presidente dello Spezia Calcio e della Pro Recco di pallanuoto. «L'obiettivo - hanno spiegato i sindacati - è traguardare la riapertura a breve dello storico locale del Moody in Piaccapietra e la piena occupazione».  

«Poiché le condizioni dell'operazione e le misure nei confronti dei lavoratori ancora in discussione non sono ancora chiare - hanno aggiunto Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs Ui -  le parti si incontreranno il prossimo 6 giugno per definire il percorso. Il sindacato auspica che si trovi una soluzione per tutti i 27 lavoratori di Moody e i 7 di Pasticceria Svizzera, attualmente fermi a causa della chiusura per il fallimento del locale, avvenuto lo scorso 26 febbraio».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento