Tartaruga azzannatrice trovata nel lago di Val Noci

L'animale, di circa 5 chilogrammi, è stato affidato a un centro specializzato e autorizzato al ricovero di animali pericolosi

I Carabinieri Forestali di Montoggio sono intervenuti, su segnalazione dei guardiani della società Iren della diga del Lago di Val Noci, per il recupero di una tartaruga di circa 5 chilogrammi trovata nei pressi del canale di scarico della diga.

Per le dimensioni e per le caratteristiche fisiche dell’animale è stata ipotizzata l’appartenenza alla specie Tartaruga Azzannatrice (Chelydra Serpentina). L’esemplare è stato quindi prelevato e portato presso l’Acquario di Genova per una temporanea collocazione e per eventuali cure veterinarie. Questa specie è inserita nella lista degli animali considerati pericolosi per la pubblica incolumità e la detenzione è soggetta ad autorizzazione del Prefetto.

Successivamente l'animale è stato affidato a un centro specializzato e autorizzato al ricovero di animali considerati pericolosi ed è stata inoltrata alla Procura della Repubblica di Genova una denuncia contro ignoti per abbandoni e detenzione di animali considerati pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Le orche non lasciano il porto: «Hanno perso peso». Si cerca il corpo del piccolo

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento