Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Moli di Colombo, al via un progetto per restituirli alla città

Portati alla luce durante gli scavi dei primi anni '90 al Porto Antico,i 18 blocchi di pietra, testimonianze dell'antico porto medievale, dovrebbero presto lasciare Scarpino per essere inseriti in un percorso turistico

Dai margini della discarica di Scarpino al centro storico di Genova: dopo anni di incuria e abbandono, i moli di Colombo, gli antichi blocchi di pietra riportati alla luce ai tempi degli scavi per le Colombiadi del 1992, verranno presto restituiti ai genovesi. Questa, almeno, è la promessa fatta da Tursi, che ha avviato un progetto per riqualificare e valorizzare una delle più preziose testimonianze del porto medievale della Superba, reperti storici dimenticati ai margini della città.

Per farlo, l’amministrazione comunale ha organizzato un incontro negli uffici dell’assessorato al Turismo alla Cultura cui hanno partecipato l’assessore Carla Sibilla, il collega alle Manutenzioni Gianni Crivello, il presidente della Commissione Cultura del consiglio Comunale, Leonardo Chessa, il Sovrintendente Archeologia della Liguria, Vincenzo Tinè, e il funzionario archeologo della Sovrintendenza Archeologia della Liguria, Luca Trigona. 

Scopo dell’incontro, definito da Tursi “propedeutico” ad avviare un percorso condiviso, gettare le basi per un progetto che, rispettando i vincoli della Sovrintendenza, possa portare al trasloco dei 18 blocchi di pietra da Scarpino, dove sono rimasti in tutti questi anni, al cuore della città vecchia, inserendoli in un percorso turistico che comprenda il Museo di Sant’Agostino, Porta Soprana e la Casa di Colombo. Il tutto con un occhio ai costi.

«Si tratta di un primissimo incontro – ha sottolineato l’assessore Carla Sibilla – che vuole dare un segnale importante in vista di una ricollocazione dei reperti in un punto della città che possa esaltarne il grande valore di conoscenza e di identità. Naturalmente la nostra intenzione è lavorare in sinergia con la Sovrintendenza, il soggetto principale di questa operazione. Non c’è dubbio che pensare a una valorizzazione degli antichi moli possa portare un arricchimento della già significativa offerta culturale della città».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moli di Colombo, al via un progetto per restituirli alla città

GenovaToday è in caricamento