Falsi Modigliani, intesa tra consumatori e Ducale per ottenere il rimborso

Incontro tra Luca Bizzarri, presidente della Fondazione, e i rappresentanti delle associazioni: entrambi sono pronti a costituirsi parti civili in caso di processo

Palazzo Ducale e le associazioni dei consumatori uniscono le forze per ottenere i rimborsi dei biglietti per chi ha visitato la mostra di Amedeo Modigliani, durante la quale sarebbero state esposte 20 tele false.

I rappresentanti delle associazioni hanno incontrato Luca Bizzarri, presidente della Fondazione Palazzo Ducale, e Pietro Da Passano, direttore della Fondazione, con lo scopo di definire un “percorso condiviso” che consenta ai visitatori della mostra di ricevere indicazioni corrette su come chiede il rimborso e tutelare i loro diritti dopo la conferma, da parte del perito incaricato dal tribunale, che alcuni dei quadri esposti erano riproduzioni di Modì. All’incontro hanno partecipato Furio Truzzi e Rosanna Stifano, rispettivamente presidente nazionale e provinciale Assoutenti, e Giovanni Ferrari, presidente della Casa del Consumatore, in rappresentanza della Consulta Ligure dei Consumatori e degli Utenti e di Rete Consumatori Italia.

Nel corso del confronto, Palazzo Ducale ha ribadito che l’incasso proveniente dai biglietti spettava per contratto all’organizzatore della mostra, Mondo Mostre Skira, e di essere a sua volta parte lesa per il danno d’immagine provocato dall’inchiesta, finita anche sul Telegraph. Le associazioni dei consumatori, dal canto loro, hanno sottolineato nuovamente di essere stati, di fatto, vittime di truffa (si attende ancora la conferma definitiva sulla falsificazione delle tele “incriminate”) e hanno confermato la volontà di costituirsi parte civile insieme con il Ducale in caso di rinvio a giudizio degli indagati.

A oggi sono tre le persone sotto accusa per  truffa aggravata, messa in circolazione di false opere d’arte e riciclaggio: si tratta di Rudy Chiappini, curatore della mostra, di Massimo Vitta Zelman, presidente di MondoMostre Skira, e del collezionista e mercante d’arte Joseph Guttmann, proprietario di alcune delle opere false.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Palazzo Ducale e associazioni di consumatori rendono noto che chi desidera informazioni sul caso Modigliani e sulle modalità per ottenere il rimborso del biglietto è invitato a contattare il numero verde 800.199.633 o a scrivere a rimborsi@consumatoriliguria.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento