menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltratta cani durante gara, video shock contro sportivo di Moconesi

Durante una prova di sleddog, corse con slitte trainate da husky, Claudio De Ferrari, campione chiavarese di questa disciplina si è reso protagonista di gesti violenti verso gli animali tanto da richiamare l'attenzione di Striscia la Notizia

Ha fatto discutere, e non poco, il video mostrato dalla trasmissione Striscia la Notizia sullo sleddog, la corsa sulle slitte trainate da husky siberiani.

Non tanto per lo sport in sé, bensì per i maltrattamenti subiti dai cani da parte del padrone. La persona in questione vive a Moconesi, nell’entroterra chiavarese, si chiama Claudio De Ferrari ed è un esperto di questo sport. Da anni lo pratica con alterne fortune, ma ciò visto nel video che vi proponiamo è davvero difficile da capire.

Coi propri cani esausti, stremati dalla corsa l’uomo fa di tutto per farli continuare la gara, non risparmiando a loro gesti violenti che hanno fatto il giro del web.

La gara in questione si è svolta a Gyron, in Svizzera, e nella fattispecie De Ferrari è arrivato secondo.

La federazione italiana ha anche inoltrato alla Federazione la richiesta «di una urgente apertura di una commissione d’inchiesta con la presenza di terzi esterni alla federazione stessa che valuti e giudichi quanto successo».

Su De Ferrari si è pronunciato anche il presidente della federazione internazionale  dello sleddog usando le non tenere parole di “sospensione a vita” per il corridore chiavarese.

Messo con le spalle al muro dall’inviato di Striscia la Notizia l’uomo si è difeso ad oltranza, dando la colpa alle reazioni “a caldo” che suscitava in lui la gara. Spiegazioni che hanno lasciato perplessi un po’ tutti, perché di fronte a questo video non c’è giustificazione che tenga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento