rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Ex Mira Lanza, lavori al via: ecco come diventerà entro il 2024

Una volta terminati i lavori (entro il 2024), l’area di Rivarolo diventerà un polo per la grande logistica, dove troveranno spazio anche uffici, commerciali e non, e altre attività intorno alle quali saranno realizzati anche servizi per i cittadini e nuovi parcheggi

Dopo decenni di attesa sono ufficialmente iniziati stamattina, lunedì 6 dicembre 2021, i lavori nell’area dell’ex Mira Lanza a Rivarolo. La prima, simbolica, bennata ha dato l’avvio al progetto di demolizione che aprirà la pista a quello che entro i primi del 2024 sarà il nuovo volto di un’area storica e cara alla memoria dei genovesi.

Ex Mira Lanza, lavori al via. Le foto del progetto

L’ex fabbrica di saponi, che dopo una storia gloriosa ma travagliata ha chiuso definitivamente i battenti alla fine degli anni novanta, e i suoi oltre 20mila metri quadrati di superficie sono rimasti vuoti e inutilizzati per decenni, lasciando una superficie di quasi quattro ettari in balia al degrado e alle intemperie.

Una volta terminati i lavori, l’area dell’ex Mira Lanza diventerà un polo per la grande logistica, dove troveranno spazio anche uffici, commerciali e non, e altre attività intorno alle quali saranno realizzati anche servizi per i cittadini, da aree di aggregazione all’aperto a un campo polifunzionale, passando da aree verdi fino ad arrivare a nuovi parcheggi scoperti e non. Dei veri e propri spazi polifunzionali, insomma.

Non solo logistica e servizi, ma anche interventi mirati al miglioramento della viabilità: nel progetto è prevista una rotatoria lungo via Rivarolo, oltre che l’allargamento di via Lepanto. Tra gli interventi programmati anche la maggiorazione della sezione del sottopasso in altezza e in larghezza lungo via Lepanto verso via Perlasca al fine di sgravare il quartiere dal traffico pesante attuale e generato dal nuovo insediamento.

Dove si trova l'area dell'ex Mira Lanza

Per raggiungere l'area della Mira Lanza partendo da Genova, si deve raggiungere l’uscita autostradale di Bolzaneto e poi procedere verso sud su via Colano seguendo le indicazioni per Bolzaneto. Una volta attraversato il centro, la strada cambia nome in via Teglia per circa un chilometro, e si procede seguendo le indicazioni per Rivarolo. Lungo il percorso stradale sulla sinistra, sorgono alcune strutture commerciali di grandi dimensioni. L’area industriale ex-Mira Lanza rimane sulla destra dell’asse stradale, in un ampio lotto che costeggia il tracciato ferroviario sul Polcevera (più di 20.000 metri quadrati).

Lavori al via nell'area ex Mira Lanza. Foto

Il progetto

Il progetto prevede la completa demolizione dei fabbricati. L’area libera lascerà spazio alla formazione di un nuovo complesso dalle caratteristiche contemporanee, sia per tipologie costruttive, sia per efficienza distributiva ed energetica. Il nuovo polo sarà sede di una pluralità di funzioni che garantiranno che l’area possa essere di nuovo cuore pulsante del quartiere. Sono previsti servizi alla collettività, spazi commerciali, spazi direzionali, ampi parcheggi in copertura, spazi verdi e spazi di aggregazione. L’apparato delle opere pubbliche sarà caratterizzato da spazi aperti, verdi e vivibili. La viabilità, rivista secondo le nuove necessità del quartiere, sarà in grado di migliorare il traffico veicolare del quartiere, grazie alla formazione di una nuova rotatoria lungo via Rivarolo, all’allargamento di via Lepanto. È altresì prevista la maggiorazione della sezione del sottopasso in altezza e larghezza lungo via Lepanto verso via Perlasca al fine di sgravare il quartiere dal traffico pesante attuale e generato dal nuovo insediamento.

Le dichiarazioni dell'amministrazione comunale

"Il Comune ha svolto il suo ruolo di facilitatore rendendo possibile il recupero di un’area strategica per la Valpolcevera e la città che da decenni era abbandonata al degrado - dichiara il sindaco Marco Bucci -. In un’area di oltre 20 mila metri quadrati troveranno spazio luoghi per la logistica e servizi per il territorio: la nuova struttura offrirà un centro polifunzionale per i cittadini oltre a creare nuovi posti di lavoro. Un intervento tanto atteso che oggi diventa finalmente realtà per continuare a fare crescere Genova".

"Oggi abbiamo vissuto un momento altamente simbolico per la città - aggiunge l’assessore allo sviluppo economico e al patrimonio Stefano Garassino - perché oggi ci lasciamo alle spalle il passato e proiettiamo Rivarolo e l’ex Mira Lanza verso il futuro. Dopo anni di incurie, infatti, potremo finalmente vedere crescere giorno per giorno una rigenerazione urbana di portata eccezionale e che avrà importanti ripercussioni anche in ambito occupazionale portando alla creazione di circa 300 posti di lavoro. Voglio ringraziare i Civ, il Municipio e i sindacati con i quali stiamo lavorando tutti in stretta collaborazione per far sì che, benché l’ex Mira Lanza sia un’area privata, al suo interno vengano realizzati anche i desiderata del quartiere".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Mira Lanza, lavori al via: ecco come diventerà entro il 2024

GenovaToday è in caricamento