Calci e pugni alla sorella, poi tenta di dare una testata a un carabiniere

Un minorenne è stato denunciato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale e affidato ai servizi sociali. A richiedere l'intervento dei militari è stata la sorella, aggredita dal fratello

Ha aggredito la sorella a calci e pugni e questa ha chiesto l'intervento dei carabinieri. Il giovane, un minorenne ecuadoriano gravato di pregiudizi di polizia, ha poi spintonato e tentato di colpire con una testata un carabiniere, che si era frapposto tra lui e la sorella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il minorenne, vista l'aggressività nei confronti dei familiari, accompagnato presso il comando dei carabinieri, è stato visitato dal medico di turno e poi affidato ai servizi sociali. Per lui è scattata una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

  • Covid-19, Bassetti: «Con questo virus conviveremo per i prossimi anni»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento