menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insulti e minacce a Mattarella, indagato anche un genovese

Il reato ipotizzato è offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato, perseguibile d'ufficio. Perquisita l'abitazione del 56enne elettricista

C'è anche un genovese fra i dieci indagati per le minacce e gli insulti via social al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo l'indagine della polizia postale sono scattate le perquisizioni anche a Genova dove la Digos ha sequestrato telefoni, pc e altri dispositivi a casa di un elettricista di 56 anni.

Il reato ipotizzato è offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato, perseguibile d'ufficio. L'inchiesta della procura di Roma si riferisce a fatti avvenuti nella primavera del 2020 durante il primo locksown.

Il 56enne non ha precedenti penali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento