rotate-mobile
Cronaca

Punta l'incasso sul Barcellona, perde e s'inventa una rapina

Protagonista della vicenda un commesso di 24 anni di Genova. Mercoledì, alla chiusura del locale, il giovane ha deciso di versare l'incasso non alla cassa continua, ma in un'agenzia di scommesse. Tre mila euro sul Barcellona. Dopo ha finto una rapina

Genova - Per non correre rischi inutili ha deciso di andare sul sicuro puntando tutto sul Barcellona, ospite in casa del Milan mercoledì 20 febbraio 2013 in Champions League. Ma i rossoneri hanno portato a casa la vittoria e lo sfortunato scommettitore ha perso tutto.

Protagonista della vicenda un commesso di 24 anni di Genova. Mercoledì, alla chiusura del locale, il giovane ha deciso di versare l'incasso non alla cassa continua, ma in un'agenzia di scommesse. La Snai aveva quotato la vittoria del Milan a 5,50, il pari a 4,25 e la vittoria degli spagnoli a 1,55. Puntare sugli ospiti non avrebbe fruttato un gran guadagno, ma perché rischiare?

Dopo la giocata, il giovane è andato a vedere la partita, fiducioso che Messi e compagni gli avrebbero fatto guadagnare qualche euro facile. Ma al triplice fischio dell'arbitro Thomson il punteggio diceva Milan 2, Barcellona 0.

Comprensibile la disperazione dello sfortunato commesso. Ieri, giovedì 21 febbraio 2013, il giovane si è recato presso il commissariato Centro della polizia e ha riferito di essere stato aggredito da un venditore di fiori che lo ha rapinato mentre stava versando l'incasso nella cassa continua.

La polizia ha intuito l'inganno e in breve ha chiarito la vera dinamica dei fatti. Lo sfortunato ventiquattrenne è stato denunciato per simulazione di reato. Probabilmente la sua carriera di scommettitore finisce qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta l'incasso sul Barcellona, perde e s'inventa una rapina

GenovaToday è in caricamento