menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti a San Benigno, fumata nera dopo il "consiglio" davanti alla Prefettura

Nessuna marcia indietro da parte del Prefetto dopo il presidio e l'incontro organizzato dal Municipio Centro Ovest: entro l'estate l'ex bocciofila diventerà un centro di accoglienza straordinaria

Sono state decine le persone che nel pomeriggio di giovedì si sono date appuntamento davanti alla Prefettura per protestare contro la creazione di un nuovo centro di accoglienza per migranti nell’ex bocciofila di via Milano, in gran parte residenti di Sampierdarena e San Benigno decisi a chiedere al Prefetto una soluzione alternativa.

In prima linea i capigruppo del Municipio Centro Ovest e il presidente Franco Marenco, da subito contrari all’idea di accogliere un numero troppo alto di migranti nell’ex bocciofila: “Consapevoli dell’emergenza, crediamo che sul nostro territorio il modello migliore da adottare sia quello dell’accoglienza diffusa, dove piccoli gruppi di migranti possano avere occasioni di interlocuzione con la popolazione locale attraverso la mediazione di chi li gestisce e degli enti locali di riferimento - aveva spiegato in un documento firmato all’unanimità da consiglieri municipali di Sel, Lega Nord, Pd e Gruppo Misto - Riteniamo che la concentrazione in strutture di molti ospiti favorisca momenti di tensione e alimenti paure e insicurezze, sesso dettate dalla separatezza”.

Un concetto ribadito giovedì nel corso di un incontro con il Prefetto Fiamma Spena, al termine del quale è arrivata la promessa di una costante attività di controllo in zona, ma nessuna marcia indietro: entro l’estate i migranti ospitati alla Fiera di Genova verranno trasferiti, e 130 saranno ospitati nei locali dell’ex bocciofila, ristrutturati appositamente con finanziamenti da parte del governo e trasformati in un Cas (centro di accoglienza straordinaria). La fine dei lavori, e la consegna dell'edificio, è fissata per il 31 maggio, seguita da un bando di assegnazione per la gestione della struttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento