rotate-mobile
Cronaca Mezzanego

Guasto alla calderina, in 7 in ospedale compresi due bambini

L'allarme a Mezzanego, dove una famiglia ha chiesto aiuto al 112 dopo che la madre, una donna di 36 anni, ha accusato un malore. Ricoverati anche un bambino di 5 anni e uno di 11

Ancora un caso di intossicazione da monossido di carbonio in Liguria, questa volta a Mezzanego, nell’entroterra di Chiavari, dove nella tarda serata di domenica sette persone sono state accompagnate in ospedale dopo essersi sentite male in casa.

Il quadro clinico più preoccupante sarebbe quello di una donna di 36 anni, la prima a sentirsi male e a far scattare l’allarme: a chiamare i soccorsi è stato il marito, che ha subito suggerito l’ipotesi che potesse trattarsi di un problema legato alla calderina. Ricoverati in ospedale anche due bambini di 5 e 11 anni, che non sarebbero però in gravi condizioni.

Tutti gli intossicati sono stati accompagnati all’ospedale di Lavagna, eccezion fatta per la donna, portato invece al San Martino. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno avviato le analisi per capire le origini della perdita. Soltanto sabato sera un'altra intera famiglia, composta da madre, padre e tre bambini, si è sentita male a causa di un'intossicazione da monossido di carbonio avvenuta in un appartamento di Sampierdarena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasto alla calderina, in 7 in ospedale compresi due bambini

GenovaToday è in caricamento