Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Doppia allerta col sole, dagli albergatori la protesta: «Così si affossa il turismo»

Nonostante le previsioni sfavorevoli, il ponte del 2 giugno sembra trascorrere senza troppi problemi dal punto di vista meteo. E gli operatori turistici insorgono "sull'allarmismo", mentre l'assessore Giampedrone difende l'operato della Protezione Civile

Doveva essere un ponte funestato da pioggia e brutto tempo, tanto da spingere la Protezione Civile della Liguria a emanare due allerte meteo di livello giallo, una in vigore sul Levante sino alle 13 di giovedì, una scattata questa mattina alle 5 con termine fissato alle 18 di stasera, e poi anticipato dal Comune di Genova alle 12 di oggi, eppure di pioggia, su Genova e provincia, se n’è vista poca. Con la conseguenza che sono stati gli operatori turistici, soprattutto del Tigullio, che hanno tuonato contro Arpal e contro il servizio meteo della Protezione Civile, lamentando i problemi derivanti da quello che è stato definito “allarmismo” anche dal Movimento 5 Stelle.

I pentastellati sono infatti scesi in campo sottolineando che «abbiamo assistito a un’altra allerta meteo, classificata gialla, assolutamente errata, l’ennesima negli ultimi mesi nel Tigullio. Riteniamo assurdo che nel 2016 si possa fornire ai cittadini previsioni meteo così ripetutamente e smaccatamente errate - ha fatto sapere Fabio Tosi, portavoce dell’M5S in Regione -  che non hanno altro effetto se non provocare enormi danni ad albergatori e commercianti e creare inutili paure nella cittadinanza».

E in effetti, nonostante qualche rannuvolamento e sporadici sprazzi di pioggia, i festeggiamenti per il 70esimo anniversario della Repubblica sono trascorsi senza eccessivi problemi dal punto di vista del meteo, e sono stati molti i turisti che hanno sfidato le previsioni dirigendosi sulle spiagge. Non tanti, però, quanti avrebbero potuto potenzialmente arrivare senza l’allerta a pendere come uno spettro maligno, almeno stando a quando denunciato dagli operatori turistici.

Critiche cui la Regione, nella persona dell’assessore alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone, ha deciso di replicare con un piccato post su Facebook in cui ha condiviso uno scatto della difficile situazione di ieri in Versilia, bersagliata dal maltempo, e una secca replica ai detrattori: «Le ironie sulle "allerta" date o mancate, soprattutto quando si parla di fenomeni temporaleschi di difficilissima previsione e localizzazione come quelli verificatisi negli ultimi giorni, non si possono veramente più sentire - ha scritto Giampedrone - Serve uno scatto di mentalità culturale da parte di tutti. Ricordatevi che questi messaggi di prevenzione del rischio possono talvolta anche salvare vite umane».

Parole finalizzate a gettare acqua sul fuoco della polemica, che questa mattina, con il risveglio sotto il sole, non ha mancato di riaccendersi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia allerta col sole, dagli albergatori la protesta: «Così si affossa il turismo»

GenovaToday è in caricamento