Centro commerciale e negozi nell'ex mercato di corso Sardegna, a gennaio il via ai lavori

Firmato l'accordo per la riqualificazione dell'area, abbandonata dal 2009. Previsti anche un parco e un parcheggio a due livelli

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci hanno firmato l'accordo di programma per la riqualificazione commerciale dell'ex mercato di corso Sardegna. Un atto necessario per permettere la rigenerazione commerciale della storica struttura, nata nel 1926 e abbandonata dal 2009.

Regione Liguria e Comune di Genova oggi dettano gli indirizzi per la riqualificazione commerciale dello spazio: all'interno del mercato sorgeranno un centro commerciale di medie dimensioni, esercizi di vicinato e altri di somministrazione di alimenti e bevande. I lavori di riqualificazione partiranno a gennaio 2020 con le prime demolizioni, ed è in via di pubblicazione il bando per individuare il concessionario che si occuperà delle diverse fasi di progettazione, del rifacimento e della successiva gestione dell'ex mercato.

Il progetto di recupero varato dal Comune vuole mantenere un equilibrio tra l'esigenza di conservare la memoria storica del mercato e quella di creare un parco di qualità per il quartiere. Verranno per questo preservati tutti gli edifici perimetrali e i due padiglioni interni, che sono sottoposti a vincolo. Il restante spazio è stato destinato, appunto, a un parco con aiuole e alberi, spazi per studiare all'aperto, aree gioco e sport, spazi per la socialità e gli eventi del quartiere. È previsto un parcheggio a due livelli fuori terra localizzato nei due edifici più recenti esterni al perimetro del vecchio mercato, oltre a una nuova viabilità di collegamento tra corso Sardegna e piazza Martinez.

Le scelte impiantistiche del progetto e l'utilizzo di energie rinnovabili garantiranno un elevato grado di sostenibilità dell'intervento. L'area complessiva di intervento ha una estensione di oltre 23mila metri quadrati.

«In questo modo - commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - definiamo le linee guida per gli insediamenti commerciali all'interno dell'ex mercato. Il nostro obiettivo è creare le condizioni favorevoli all'insediamento di imprese capaci di contribuire alla rivitalizzazione urbana e commerciale di una parte importante della città troppo a lungo dimenticata, con ricadute importanti non solo sulla vita quotidiana dei residenti, ma anche per gli stessi commercianti e artigiani che già lavorano nella zona. Con la firma di oggi poniamo un altro mattone nel più ampio piano di rivitalizzazione della città, puntando sul recupero dello straordinario patrimonio urbano di Genova e sul sostegno alla sua crescente vocazione turistica».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il progetto di riqualificazione dell'area dell'ex mercato ortofrutticolo di corso Sardegna dimostra la continua attenzione che l'amministrazione comunale ha verso tutti i quartieri della città - aggiunge il sindaco di Genova Marco Bucci -. La val Bisagno è al centro di importanti interventi che porteranno a una reale trasformazione e tra questi, quello di corso Sardegna è un tassello importante: daremo nuova vita ad uno spazio che andrà a riqualificare intere delegazioni. Non sarà solo un'area commerciale ma soprattutto uno spazio verde con ampi settori dedicati alla vita del quartiere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

  • Coronavirus, lo studio: «Ecco quando dovrebbe azzerarsi il contagio»

  • Coronavirus, oltre 2.900 positivi in Liguria. In provincia di Genova sono più di mille

Torna su
GenovaToday è in caricamento