menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato del Carmine, cibo, ristorante ed eventi: ecco la rivoluzione

Il Mercato del Carmine riapre a settembre e lo fa con un look completamente nuovo e un progetto totalmente rivoluzionario. Prodotti liguri, ristorante al suo interno aperto fino a mezzanotte e aste serali per la vendita del cibo scontato

Un progetto rivoluzionario, un progetto che fa capire come a Genova qualcosa si stia smuovendo. Il nuovissimo Mercato del Carmine si presenta e lo fa mostrando cosa da settembre, massimo ottobre, genovesi e turisti potranno trovare all'interno della struttura di piazza del Carmine ormai abbandonata da troppo tempo.

Una piazza nella piazza, questo il concetto di base che cercherà di trasmettere il mercato. Una piazza in cui il mercato sarà aperto dalle 8 alle 18, ma con la stuttura che non chiuderà fino alle 24 grazie al ristorante presente al suo interno, agli eventi che verranno organizzati e alle aste che verranno fatte ogni giorno per vendere il cibo rimasto dalla giornata per una politica del risparmio contro lo spreco. Sarà quindi possibile mangiare all'interno del mercato, con tutti i tavolini e le sedie poste al suo interno e addirittura cucinare ciò che si è appena comprato. Un progetto rivoluzionario che cercherà di attirare genovesi e turisti, proponendogli prodotti rigorosamente liguri e di ottima qualità.

Presenti alla presentazione (guarda il video) l'assessore allo sviluppo economico Francesco Oddone, l'assessore alla cultura e turismo, Carla Sibilla, il presidente del Consorzio, Bacci Costa, il direttore marketing, Adriano Anselmi e il giovanissimo architetto Boccardo, a conferma di un progetto giovane che darà spazio ai giovani genovesi per un impiego al suo interno e per una loro partecipazione nella vita della "piazza". Mercato_Carmine_presentazione (8)

Dopo mesi di abbandono, la struttura di propietà comunale è stata finalmente assegnata a seguito di un bando e si è così costituito il nuovo Consorzio del Mercato del Carmine. Il nuovo mercato si farà fulcro sull'eccellenza della produzione enogastronomica ligure, sulla base della filosofia del Buono, Pulito e Giusto, con la merce che troverà il suo punto di forza sul gusto e sulla genuinità.

Ma cosa vi sarà precisamente all'interno del Mercato del Carmine?

- Tre diverse aree di vendita, ognuna delle quali si approvvigionerà direttamente dai produttori costituendo la "filiera corta". I banchi saranno quelli della: carne, salumi e prodotti caseari, pesci, frutta e verdura.

- Ogni sera, al fine di eliminare gli sprechi, mantenere e garantire la totale freschezza delle merci, si terranno delle aste serali dove verrà venduto l'invenduto deperibile del giorno a prezzi scontati.

- Ci sarà una parte dedicata alla ristorazione che offrirà un servizio dal bar alla trattoria, fino al mangiare d'asporto.

Mercato_Carmine_presentazione (11)- Un'enoteca regionale per promuovere degestazione e vendita di vini della nostra regione,

- Una fitta organizzazione di eventi, culturali, musicali, corsi di cucina, eventi enogastronomici e molto altro.

Tutte novità nel segno della ecosostenibilità e di una città "smart", con un investimento di 400 mila euro finanziato dal Banco di Chiavari.

I lavori inizieranno lunedì 22 luglio e dovrebbero terminare, in linea di massima, per la fine del mese di settembre. Non ci resta che attendere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento