Cronaca

Mercatino di Turati, poliziotti in rivolta chiedono il trasferimento in massa

Clamorosa iniziativa del commissariato Centro, dove 53 su 59 agenti hanno chiesto di essere riassegnati: alla base della protesta, la malagestione delle risorse, la decisione di spostare la sede nell'ex palazzo Inps e la mancata concessione dei permessi Ztl nella zona di Matteotti

«Abbandonati». L’esasperazione serpeggia, non soltanto tra i residenti, ma anche tra le forze dell’ordine: il problema del tanto contestato mercatino di Turati miete altre “vittime”, con 53 su 59 agenti in servizio al commissariato Genova Centro che chiedono di essere ufficialmente riassegnati: un trasferimento in massa, dovuto principalmente al fatto che con gli sgomberi, i controlli e le risse all’ordine del giorno neppure la polizia ha più intenzione di avere a che fare.

La denuncia arriva direttamente dalla segreteria provinciale della Silp Cgil, che sottolinea come i poliziotti in servizio nella zona si sentano «sviliti professionalmente. Il Questore e il dirigente hanno esposto la categoria e i colleghi della Municipale a rischi professionali inaccettabili, visto che per sgombrare via Turati dalla merce del mercato abusivo venivano riempiti camion dell’Amiu senza nemmeno procedere alla redazione di un verbale», come ha spiegato il segretario provinciale Roberto Traverso in una nota: una situazione, quella del mercatino, che va avanti da 10 anni, e cui sarebbero quasi esclusivamente i poliziotti a far fronte intervenendo per sedare risse (l’ultima quella di una decina di giorni fa, dove due persone sono rimaste ferite e un gruppo di ambulanti ha assediato un bar di Sottoripa), effettuare controlli sulle merci e sui permessi di soggiorno e procedere a eventuali sgomberi.

Un malcontento accentuato dall’ipotesi di trasferimento del commissariato da piazza Matteotti all’ex palazzo dell’Inps e il rifiuto di concedere come nuova sede l’ex istituto Garaventa di via San Giorgio, che consentirebbe agli agenti di non postarsi dal centro storico. Se al mucchio si aggiunge anche la mancata concessione dei permessi Ztl nella zona di Matteotti per le auto private degli agenti in servizio, il risultato è una protesta che vede coinvolto praticamente tutto l’organico di uno dei commissariati più strategici della città, che al questore Vincenzo Montemagno chiedono a gran voce di regolamentare quantomeno le questioni “burocratiche”, occupandosi della questione sede e dei parcheggi.

Sul mercatino intanto l’attacco arriva su più fronti, con i residenti e le associazioni dei commercianti della zona di corso Quadrio sempre più sul piede di guerra per l’ipotesi, giorno dopo giorno sempre più concreta, che l’area venga destinata non ai tanto desiderati posteggi, ma proprio agli abusivi. Di questo se ne parlerà però a Tursi, in una commissione straordinaria fissata per lunedì 15 giugno cui prenderanno parte il sindaco Marco Doria, gli assessori alla Legalità, allo Sviluppo Economico, alla Mobilità e alle Politiche Sociali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatino di Turati, poliziotti in rivolta chiedono il trasferimento in massa

GenovaToday è in caricamento