Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Caricamento / Via Filippo Turati

Mercatino abusivo, da Tursi la conferma: «Trasferimento in corso Quadrio»

Nel corso della commissione straordinaria indetta alcuni giorni fa, confermato quello che era già nell'aria da qualche settimana: gli ambulanti occuperanno l'area alla mattina, mentre nel pomeriggio diventerà parcheggio per i residenti

La conferma arriva direttamente da Palazzo Tursi: il tanto contestato mercatino di via Turati si sposterà ufficialmente in corso Quadrio, con una formula che vedrà gli ambulanti occupare lo spazio sotto le Mura della Marina la mattina, dalle 9 alle 13, mentre nel pomeriggio l’area sarà destinata al parcheggio ormai da anni invocato a gran voce dai residenti.

L'ufficializzazione di una proposta che era nell'aria ormai da settimane è arrivato questa mattina durante la turbolenta commissione straordinaria indetta la settimana scorsa, cui hanno partecipato il Civ di Sarzano-Agostino, il comitato di piazza Sarzano e varie altre associazioni di residenti e commercianti della zona, ma anche le associazioni di cittadini stranieri e le cooperative sociali convocate per chiedere collaborazione al progetto, oltre agli assessori alla Legalità, alla Mobilità, allo Sviluppo economico e alle Politiche sociali.

Proprio Emanuela Fracassi, assessore alle Politiche sociali, ha illustrato i punti fondamentali dell’accordo, spiegando che a occuparsi dell’ordine pubblico al mercatino sarà la Federazione Solidarietà e Lavoro, coadiuvata da un comitato composto da Auxilium, Arci, Caritas e Comunità di San Benedetto: una decisione «che mette d'accordo l'intera giunta», ha puntualizzato Fracassi, basata sulla mediazione culturale, che non manca di suscitare parecchie perplessità, soprattutto per quanto riguarda la “rotazione”.

Nelle intenzioni (e nelle speranze) del Comune, l’area di corso Quadrio dovrebbe rimanere a disposizione degli ambulanti soltanto la mattina, per poi passare ai residenti e alle loro auto nel pomeriggio, ma sono in molti a chiedersi come potrà questo regime "part-time" possa essere effettivamente applicato nella pratica. Le proteste dei residenti non si placano, dunque, come fa notare Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, che ha sottolineato come la soluzione proposta da Tursi non sia «affatto un compromesso, ma una proposta sconsiderata e razzista da parte della giunta. Ci auguriamo che si tratti solo e soltanto di una proposta, e non di una decisione definitiva, e attendiamo il nuovo incontro di domani per chiarire ulteriormente la questione».

Il dibattito riprenderà infatti domani mattina, con una seconda commissione straordinaria, convocato al termine di quella di stamattina, in cui il consiglio si pronuncerà sulla proposta avanzata in quello che si preannuncia un incontro di fuoco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatino abusivo, da Tursi la conferma: «Trasferimento in corso Quadrio»

GenovaToday è in caricamento