menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meningite: 68enne ricoverata al Galliera, nessuna profilassi

La donna è arrivata dall'ospedale di Lavagna con una diagnosi di meningite da emofilo, la forma meno grave. Sta rispondendo bene alle cure, e non è stato necessario somministrare medicinali a parenti e amici

Nuovo caso di meningite in Liguria dopo quelli dello scorso dicembre: una donna di 68 anni è stata ricoverata all'ospedale Galliera con una diagnosi di meningite da haemophilus influenzale di tipo B, una delle forme meno gravi e non contagiose, che non richiede la somministrazione di profilassi come accade in casi di meningite da meningococco.

La donna è arrivata al Galliera dall'ospedale di Lavagna, dove era stata ricoverata ieri con un forte mal di testa, febbre e altri sintomi riconducibili a meningite. La puntura lombare ha confermato la meningite da emofilo, ed è stato dunque disposto il trasferimento nella struttura del capoluogo cittadino.

Le sue condizioni non sono gravi, e la donna starebbe reagendo bene alla terapia antibiotica: visitata in mattinata, dal Galliera confermano che sarebbe lucida e avrebbe già mangiato. 

Si tratta del terzo caso di meningite registrato nel Tigullio: lo scorso 25 dicembre una donna di origini peruviane di Chiavari era stata ricoverata al San Martino, e in quel caso la diagnosi era di meningite da meningococco, la forma più grave. A gennaio era invece stato ricoverato all'ospedale della Spezie un 43enne di Lavagna, con diagnosi di meningite da pneumococco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento