Cronaca Via Gio Batta Ghio

Timbra e va a giocare a calcetto, medico condannato a risarcire 28 mila euro

Lo specialista, all'epoca dei fatti contestati in forza al pronto soccorso di Lavagna, timbrava il cartellino e poi andava a giocare a calcetto. Dovrà pagare un risarcimento di 28 mila euro

Magari il campo l'avranno anche pagato gli altri. Ma a lui ora tocca una spesa ben più salata. La Corte dei Conti della Liguria ha condannato Marco Lillo, medico urologo di 51 anni, al risarcimento di 28 mila euro di danni, 8 mila euro per danni patrimoniali e 20 mila per danno d'immagine.

Lo specialista, all'epoca dei fatti contestati in forza al pronto soccorso di Lavagna, timbrava il cartellino e poi andava a giocare a calcetto. Le partitelle sono state documentate con alcuni video dai carabinieri del Nas di Genova, che avevano denunciato il medico.

Nel periodo compreso fra maggio e novembre 2012, Lillo si è fatto pagare dalla Asl 4 chiavarese 229 ore lavorative in cui invece era a divertirsi sul rettangolo verde. Il pagamento del risarcimento va ad aggiungersi alla condanna a un anno e sei mesi per truffa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Timbra e va a giocare a calcetto, medico condannato a risarcire 28 mila euro

GenovaToday è in caricamento